Menu Chiudi

Tutti i bonus e gli aiuti per le famiglie in difficoltà disponibili sin da subito

L’emergenza sanitaria continua, motivo per cui, anche per l’anno 2021 il governo in carica ha predisposto numerosi aiuti economici per le famiglie in difficoltà.
Si tratta di bonus, sussidi, contributi economici, agevolazioni e detrazioni fiscali pensate per dare sollievo a tutte quelle famiglie che si trovano in una situazione di disagio economico.

Bonus famiglie in difficoltà economica
Bonus famiglie in difficoltà economica

Per dimostrare la situazione di difficoltà, per molti bonus è richiesto il reddito ISEE, ma non per tutti. Ce ne sono alcuni che vengono erogati indipendentemente dal reddito. Vediamo tutti gli aiuti per le famiglie in difficoltà, con e senza ISEE disponibili sin da subito. Di ognuno daremo il link all’articolo di approfondimento. Naturalmente cercheremo di aggiornare gli articoli ogni volta che ci sono novità, man mano che il Governo vara i tanti Decreti a cui ci stiamo abituando.

Indice

Carta famiglia

Per il 2021 è prevista la carta famiglia la quale dà la possibilità di ricevere molti sconti, in negozi convenzionati, su varie tipologie di prodotti ma non solo. Si tratta di una vera e propria agevolazione che permette di accedere a bonus e aiuti economici per le spese relative a trasporti pubblici e istruzione, ma anche nel pagamento di bollette per l’energia, il gas e l’acqua, così come per l’acquisto di prodotti per l’istruzione dei figli, la cura della casa e tanto altro.

E prevista per le famiglie numerose con non meno di tre figli a carico. Maggiori informazioni sulla carta famiglia.

Bonus mamma domani

Il bonus mamma è il primo degli aiuti rivolti ai genitori con figli. Questo incentivo viene riconosciuto alle mamme con figli dal settimo mese di gravidanza fino al primo anno di età. Si tratta essenzialmente di un premio alla nascita, l’importo ammonta a 800 euro, viene erogato una sola volta e non ha vincoli di reddito.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus mamma domani sul sito ufficiale INPS.

Assegno di natalità o bonus bebè

Tra gli aiuti economici attuati in precedenza è stato rinnovato il bonus bebè o assegno di natalità. E’ rivolto alle famiglie con bambini nel primo anno di vita. In caso di adozione viene riconosciuto durante il primo anno di inserimento nel nucleo familiare. L’importo del bonus varia a seconda dell’ISEE. Le famiglie con Isee sui 7.000 euro possono ottenere l’importo massimo di 190 euro al mese.

Può richiederlo anche una famiglia con ISEE superiore a 40 mila euro, ovviamente ottenendo l’importo minimo di 80 euro al mese.
Al link di seguito troverete maggiori informazioni sul bonus bebè.

Bonus affitto 2021

All’interno della nuova Legge di Bilancio è presente un contributo a fondo perduto: il bonus affitto 2021 erogato dall’Agenzia delle Entrate. Tale contributo permette agli inquilini in affitto di vedersi ridurre il canone annuale di un massimo di 1200 euro.

Viene erogato ai proprietari degli immobili in affitto a patto che lo detragga dal canone annuale agli affittuari. Questa misura ha lo scopo di agevolare le famiglie in affitto con difficoltà economiche causate dall’emergenza. Dall’altro lato riduce il rischio per il proprietario dell’immobile di perdere del denaro causato dai mancati pagamenti degli inquilini in difficoltà.

Una agevolazione per gli inquilini e una sicurezza in più per i proprietari che, aderendo al contributo, si vedranno versare parte del canone d’affitto facendolo risparmiare ai propri affittuari.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus affitto.

Bonus bollette energia, gas e acqua

Per milioni di famiglie e cittadini italiani è previsto il bonus bollette, si tratta di uno sconto sulle fatture di luce, gas e acqua. E’ riservato in particolare ai nuclei familiari numerosi che sono in difficoltà economica e ai cittadini che hanno disagi fisici. Il bonus bollette, ossia lo sconto sulle fatture di elettricità, luce, gas e acqua, sarà applicato per 12 mesi a partire dall’accettazione.

Un solo componente del nucleo familiare ha diritto ad ottenere lo sconto sulle bollette previsto dal bonus, ossia l’intestatario delle forniture energetiche di luce, gas e idriche.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus bollette.

Voucher occhiali da vista e lenti a contatto

Il cosiddetto bonus vista è stato proposto da Commissione Difesa Vista Onlus ed approvato definitivamente con il DDL Bilancio 2021. Vale per le famiglie meno abbienti, con un reddito ISEE non superiore a 10.000 euro, ed eroga 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto. Il bonus sarà corrisposto sotto forma di voucher una tantum per l’acquisto di occhiali da vista o lenti.

Il bonus non sarà quindi sotto forma di detrazione fiscale dietro presentazione della ricevuta d’acquisto ma il prodotto sarà scontato al momento dell’acquisto stesso.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus occhiali e lenti a contatto.

Bonus PC 2021

Il bonus PC 2021 è stato ideato per venire incontro alla esigenza di molti studenti alle prese con la didattica a distanza e lavoratori in smart working, e non solo.
Si tratta di un contributo di 500 euro per l’acquisto di PC, tablet e per l’attivazione di una connessione a internet.

L’aiuto economico prevede una forma piena di 500 euro e una ridotta di 200 euro. La forma piena è destinata alle famiglie con ISEE inferiore a 20 mila euro, e può essere utilizzato per l’acquisto di PC o tablet e l’attivazione di una connessione a banda larga.
La forma ridotta è per le famiglie con reddito compreso tra 20 mila e 50 mila euro, da utilizzare solo per l’attivazione di una connessione a banda larga.

Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus PC e tablet.

Il reddito di inclusione (REI)

Introdotto nel 2019 in sostituzione degli assegni di disoccupazione, questo bonus economico viene erogato dall’Inps mensilmente su una apposita carta prepagata per un periodo di 18 mesi estendibile di altri 12. Spetta a chi vive una situazione di disagio o addirittura di povertà, necessitando quindi di un aiuto sociale, e prevede naturalmente dei requisiti essenziali, tra cui un reddito ISEE familiare piuttosto basso ed altre caratteristiche di cui parliamo nell’articolo di approfondimento.

Il reddito di inclusione non può essere cumulato con altri sussidi e bonus di aiuto contro la povertà, soprattutto delle famiglie, che se presenti vanno inseriti come detrazioni nel calcolo del contributo che si ha diritto a ricevere.
Al link di seguito maggiori informazioni sul Reddito di Inclusione.

Assegno unico figli a carico

Il governo ha approvato una nuova misura di sostegno alle famiglie nella nuova manovra finanziaria 2021: l’assegno unico figli a carico.
Un contributo economico che fa parte del provvedimento family act atto a sostenere i genitori con figli a carico a partire dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età.

E’ un sostegno economico pensato per tutte le famiglie dove sono presenti figli con età inferiore ai 21 anni. Nessun limite di età invece è previsto per i figli disabili. L’ammontare del contributo economico va dai 50 ai 250 euro mensili, l’importo esatto dipenderà dall’ISEE familiare. Inoltre all’assegno unico per i figli verrà applicata una maggiorazione nel caso di figli disabili o nel caso in cui si abbiano 3 o più figli.

Al link di seguito maggiori informazioni sull’assegno unico figli a carico.

Bonus spesa erogato dai comuni

Tra le misure di sostegno economico a supporto delle famiglie in gravi difficoltà economiche a causa dell’emergenza sanitaria, il governo Draghi ha confermato lo stanziamento di ulteriori fondi per il rinnovo dei buoni spesa nel 2021.
Ricordiamo che i buoni spesa possono essere usati solo per comprare alimenti, farmaci e beni di prima necessità nei negozi che aderiscono all’iniziativa.

Sono destinati ai nuclei familiari con un ISEE molto basso, solitamente inferiore agli 8mila euro. Da precisare, però, che ogni comune ha previsto importi e requisiti diversi per accedere al bonus. L’ammontare dei buoni distribuiti va dai 50 ai 700 euro a famiglia.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus spesa.

Bonus nonni o bonus baby sitter

Il Decreto Rilancio varato dal precedente governo prevede anche per l’anno 2021 il bonus nonni, tecnicamente denominato bonus baby sitter.
L’emergenza ha portato alla chiusura delle scuole, che a sua volta ha provocato disagio ai genitori, che negli orari di lavoro, lasciavano i figli a scuola o negli asili nido. Avendo per tutto l’arco della giornata i figli in casa, serve qualcuno che li guardi mentre ci si reca al lavoro, per questo è nato il bonus baby sitter.

Si tratta di una somma in denaro erogata dall’INPS, fino ad un massimo di 1200 euro, per assumere una tata. La cosa positiva è che la tata può essere anche un parente stretto, come ad esempio una nonna o un nonno.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus baby sitter.

Bonus vacanze

Il bonus vacanze, sin dallo scorso anno, è stato ideato con l’obiettivo di rilanciare il settore turistico, uno dei pilastri fondamentali dell’economia italiana. Il turismo è, insieme alla ristorazione, uno dei settori più colpiti dall’emergenza sanitaria.
Possono ottenere il bonus vacanze 2021 i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. Appare ovvio che l’agevolazione può essere usata da un solo componente del nucleo familiare.

L’importo varia da 150 a 500 euro in base alla composizione del nucleo familiare.
Al link di seguito maggiori informazioni sul bonus vacanze.

Carta acquisti

E’ possibile richiedere la carta acquisti anche per l’anno 2021. Si tratta semplicemente di una carta elettronica di pagamento come tutte le altre, con la differenza che a metterci i soldi è l’INPS! Può essere utilizzata per acquistare prodotti e beni alimentarifarmaci e per pagare bollette e utenze domestiche. E’ utilizzabile in tutti gli esercizi commerciali abilitati con il circuito Mastercard.

La carta acquisti è stata pensata per cittadini e famiglie bisognose e pertanto l’accettazione della richiesta dipende strettamente dalla situazione reddituale del singolo o del nucleo familiare. Si tratta di un piccolo aiuto per venire incontro ad alcuni bisogni come acquisto di cibo, farmaci e pagamento di utenze essenziali come la corrente elettrica.

Al link di seguito maggiori informazioni sulla carta acquisti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *