Menu Chiudi

Stop al denaro contante: da gennaio obbligatorio l’uso del bancomat

Il denaro contante va verso una lenta e graduale abolizione per far spazio ai pagamenti tracciabili con bancomat e carte di credito. Il limite introdotto dal governo mira ad ostacolare l’evasione fiscale e il riciclaggio di denaro. Dal 2022 i pagamenti in contanti saranno ancora più limitati. Per ogni pagamento bisognerà far riferimento ad una nuova soglia da non oltrepassare, oltre la quale potrebbero scattare i controlli dell’Agenzia delle Entrate. La stretta sull’utilizzo dei soldi cash si materializza sempre di più, a vantaggio delle transazioni digitali. Il limite di spesa che verrà imposto dal prossimo anno è relativo ad ogni singolo acquisto, e sarà dimezzato rispetto a quello attuale.

Pagamento con POS portatile
Foto pixabay.com

Il prossimo anno sarà pieno di novità, una fra le tante il dimezzamento del limite che regola i pagamenti in contanti. Si tratta di una soglia oltre la quale potrebbero partire accertamenti fiscali. Il tetto massimo a cui si fa riferimento, da circa un ventennio viene costantemente tagliato, ed è ancora destinato a scendere. E’ arrivata le fine dei soldi cash? Vediamo cosa si potrà pagare con banconote dal prossimo anno.

Verso l’abolizione dei soldi contanti

L’esecutivo guidato dal Premier Mario Draghi intende scoraggiare ulteriormente l’utilizzo delle banconote per far spazio alle transazioni digitali. I soldi liquidi dovranno essere utilizzati entro un certo limite, altrimenti il pagamento sarà illegale. Il limite sull’utilizzo dei soldi contanti, come già detto, sono anni che viene ridotto. Nel 2002 Berlusconi fu il primo a fissare la soglia a 12.500€. In seguito Renzi la portò a 3.000€ nel 2016, Conte a 1.999,99€ nel 2020, e dal prossimo anno sarà dimezzata a 999,99€.

In termini pratici, tutto ciò sta a significare che si può acquistare in contanti un bene un servizio dall’importo inferiore a 1.000€, per importi superiori vigerà l’obbligo di utilizzare strumenti tracciabili come POS o bonifici bancari.
L’utilizzo di carte di credito e bancomat quindi sarà obbligatorio per molte più transazioni, per beni che oggi possiamo pagare ancora con banconote, dal prossimo anno saremmo costretti a strisciare la carta.

Le sanzioni per i trasgressori sono molto salate e ammontano a migliaia di euro, in base alla somma in contanti trasferita da persona a persona. Inoltre tali sanzioni sono previste sia per chi dà che per chi riceve denaro. Ma non è tutto.
Il limite vale anche per soldi donati tra familiari o parenti, sono quindi previste multe anche per chi regala soldi contanti ai figli oltre i mille euro. In tal caso bisognerà utilizzare strumenti di trasferimento di denaro tracciabili, come ad esempio il bonifico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *