Menu Chiudi

Al via l’aumento delle pensioni minime fino a 136 euro: a chi spetta e come ottenerlo

Abbiamo già parlato in un recente articolo delle maggiorazioni sociali, ossia un incremento dell’assegno previdenziale destinato a coloro che sono in difficoltà economica. In pratica le maggiorazioni sociali sono destinate a chi prende una pensione relativamente bassa. Si tratta di un importo in aggiunta alla pensione che può arrivare fino a 136 euro al mese.

Pensionati su una panchina
Pensionati su una panchina

Le maggiorazioni sociali rientrano nei diritti inespressi, ossia quei diritti che, anche se vi spettano, per ottenerli bisogna farne richiesta, altrimenti non si otterranno mai. Abbiamo già parlato dei diritti inespressi in un altro articolo. Per questo è di fondamentale importanza diffondere informazioni a riguardo, in modo che molti pensionati possano far valere i propri diritti previa richiesta, ottenendo così l’aumento spettante sulla pensione.

Ma vediamo in dettaglio a chi spettano le maggiorazioni sociali e quindi l’aumento della pensione fino a 136 euro al mese.

Al via l’aumento delle pensioni minime fino a 136 euro: a chi spetta e come ottenerlo

Come sopra citato, le maggiorazioni sociali sono un incremento che si applica alle pensioni più basse, quindi anche alle pensioni minime.
Possono beneficiare delle maggiorazioni sociali sia i titolari di pensione sia i beneficiari di trattamenti assistenziali come l’assegno sociale, gli assegni di invalidità civile o le pensioni di inabilità.

Per quanto riguarda i pensionati, spettano a tutti i  titolari di pensione di vecchiaia, pensione anticipata o ai superstiti (reversibilità). L’importo della maggiorazione sociale può arrivare fino a 136 euro al mese e varia in base all’età. L’incremento sulla pensione si applica come segue:

  • dai 25 euro circa al mese per coloro che hanno dai 60 ai 64 anni di età;
  • 82,64 euro per chi ha tra i 65 e i 69 anni;
  • 136,44 euro spettano invece ai pensionati dal compimento del settantesimo anno di età in poi.

Gli ultrasettantenni però non devono essere titolari di quattordicesima per ricevere la maggiore piena di 136,44 euro al mese. Nel caso in cui percepiscono la quattordicesima, la maggiorazione spettante ammonta a 124,44 euro al mese.

Per ottenere le maggiorazioni sociali bisogna fare apposita domanda, in quanto, come sopra citato, rientrano nella categoria dei diritti inespressi. La domanda va presentata presso un CAF o patronato abilitato, e con essa va allegata la dichiarazione dei redditi ISEE. Questo perché, per ottenere le maggiorazioni sociali non basta rientrare nelle fasce di età sopra specificate, ,a bisogna possedere anche dei requisiti reddituali. Vediamo nello specifico quali sono:

  • l’aumento di 25,83 scatta solo se il pensionato ha un reddito inferiore a 7.031,7 euro;
  • quello di 82,64 euro avviene solo se il pensionato ha un reddito inferiore a 7.770,23 euro;
  • l’aumento più corposo di 124,44 euro o di 136,44 euro è previsto per i redditi inferiori a  10.043,87 euro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *