Menu Chiudi

Molti anziani hanno il diritto all’assegno sociale INPS di 400€ al mese, ma in pochi lo sanno

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) ha pubblicato le linee guida dell’assegno sociale, ossia un sostegno economico per persone e famiglie con difficoltà economiche. Il sussidio è rivolto praticamente a tutti, anche agli stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni, ma per averlo sono necessari dei requisiti a carattere reddituale e anagrafico.

assegno sociale INPS

Assegno sociale INPS: a chi spetta e come funziona

L’INPS ha sostituito la pensione sociale con l’assegno sociale, un sostegno economico per chiunque sia cittadino italiano e versi in una condizione di difficoltà economica. I requisiti per ottenere il sussidio sono il limite di reddito, il quale viene aggiornato annualmente, e l’età anagrafica. I beneficiari non devono superare tale limite per ottenere l’assegno, limite che viene aggiornato annualmente. Inoltre viene fatto anche un controllo annuale dei redditi dei richiedenti, che possono cambiare nel corso del tempo.

L’assegno sociale è rivolto a tutti i cittadini italiani ed extra-comunitari (in possesso della carta di soggiorno) purchè siano residenti in Italia e possiedano i seguenti requisiti:

  • aver compiuto i 67 anni di età;
  • avere la cittadinanza italiana;
  • per gli extra comunitari è necessaria la residenza senza interruzioni da almeno 10 anni in Italia;
  • per i soggetti singoli il reddito annuale deve essere inferiore a 5.977,79 euro;
  • i soggetti coniugati invece non devono avere un reddito superiore a 11.955,58 euro annui.

A quanto ammonta l’importo

L’importo dell’assegno sociale è pari a  459,83 euro e viene erogato per 13 mensilità. Ma per percepire tale importo nella forma integrale bisogna avere un reddito ISEE pari a zero. Tale importo infatti è il risultato della differenza tra l’intero ammontare dell’assegno (459,83 X 13 mensilità = 5977,79 euro) e il reddito annuo del percettore singolo.

Mentre per i percettori coniugati si fa la differenza tra il doppio dell’intero ammontare dell’assegno sociale (1955,58 euro) e il reddito annuale.
Per fare un esempio, se il percettore singolo ha un reddito ISEE annuo di 2400 euro e quindi un reddito mensile di 200 euro, il suo assegno sociale mensile sarà pari a 259,83 euro invece di 459,83 euro.

Il sussidio può essere richiesto anche dalle casalinghe che rispettano i requisiti sopra citati e che non hanno versato contributi.
E’ possibile fare la domanda per richiedere l’assegno sociale direttamente sul sito dell’INPS, tramite un patronato abilitato, oppure telefonicamente ai numeri: 803 164 (da rete fissa),  06 164 164 da rete mobile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *