Menu Chiudi

Le vecchie monete da 10 lire rare che valgono migliaia di euro

I nostri nonni sicuramente ricorderanno le vecchie monete da 10 lire rare che al loro tempo venivano spesso elargite dai genitori ai propri figli quando spettava loro la paghetta, oppure venivano accumulate in vecchi salvadanai.
Alcune di queste monete rare che appartengono alla ormai abolita lira italiana, anche se al loro tempo non valevano molto ad oggi hanno un valore inestimabile, per questo fanno gola ai collezionisti di monete e ai proprietari dei negozi di numismatica.

10 lire rare valore

In realtà le monete da 10 lire rare sono state coniate a partire dal diciannovesimo secolo, e quelle prodotte in questo periodo, tranne in rarissimi casi, sono praticamente introvabili per questo evitiamo di citarle. Ci concentreremo su quelle possedute in passato dai nostri nonni, coniate nel ventesimo secolo, che sono più facili da trovare e che conservano comunque un alto valore numismatico.

Se per caso possiedi una delle monete da 10 lire elencate di seguito, non esitare nel liberartene in quanto potrebbe fruttarti tanti bei soldoni. In tal caso recati in un negozio di numismatica per quantificarne il valore, contatta un collezionista oppure prova a venderla online su siti  di compravendita come eBay particolarmente adatti per questo tipo di business. Potresti anche valutare di mettere in vendita le tue monete rare su piattaforme online specializzate in questo tipo di business.

Recentemente abbiamo anche redatto un articolo su tutte le alternative per vendere le lire di valore dal quale puoi prendere spunto.
Tornando alle 10 lire, vediamo quelle con il più alto valore di mercato.

Le monete da 10 lire che valgono di più

Iniziamo col precisare che il valore delle monete da 10 lire dipende molto dallo stato di conservazione. L’anno di emissione (conio) e la tiratura, che ne determina la rarità, sono altri fattori che ne determinano il valore di mercato.
Esistono infatti delle monete da 10 lire a tiratura limitata in quanto in determinate annate ne sono state stampati pochissimi pezzi, e sono queste quelle che acquisiscono un alto valore numismatico. Più ce ne sono poche in giro tanto maggiore sarà il valore di queste lire preziose.

Teniamo a precisare che tutti i valori massimali presenti di seguito sono da intendersi per le monete conservate benissimo e per il fior di conio, una moneta mal conservata anche se rara e a tiratura limitata no ha alcun valore. Se la tua 10 lire è tra quelle presenti nell’elenco di seguito ed è ben conservata non esitare a venderla, se è in pessime condizioni conservala come ricordo o inseriscila nel tuo portafogli come amuleto portafortuna.

La 10 lire olivo

10 lire olivo 1946
Photo credit: lamoneta.it

In questa versione della dieci lire sono raffigurati su una facciata della moneta un ramoscello di olivo, dall’altra un cavallo alato, ragion per cui questa moneta viene denominata in due modi: 10 lire olivo oppure 10 lire Pegaso.
E’ stata coniata nel dopoguerra negli anni 1946, 1947, 1948, 1949 e 1950, ma non tutte le annate sono a tiratura limitata e quindi non tutte hanno un alto valore  di mercato.

Le annate in cui sono stati stampati pochi pezzi di questa moneta sono il 1946 (101000 pezzi) e 1l 1947 (soli 12000 pezzi).
La 10 lire del 1946 ha un valore che sfiora i 1400 euro se in ottimo stato di conservazione, mentre la 10 lire del 1947, molto più rara vale oltre 4000 euro cadauno.
Per quanto riguarda le altre annate il valore va dai 15 agli 80 euro a seconda della conservazione e dell’anno.

La 10 lire spighe

10 lire 1954 spighe
Photo credit: numismaticaranieri.it

Prende il nome dalle due spighe di grano raffigurate su un lato della moneta, mentre nell’altra facciata è raffigurato un aratro. Questa moneta è stata coniata dal 1951 al 1999. Negli anni 90 infatti anche se la 10 lire non si vedeva in circolazione veniva comunque stampata. Questa versione non è a tiratura limitata, per questo quasi tutte le annate hanno un valore di pochi euro, tranne per la 10 lire del 1954, che essendo un po’ più rara vale tra i 70 e i 90 euro cadauno.

Difetti di conio della 10 lire del 1991

Tuttavia nel 1991 fu coniata una 10 lire con l’aratro capovolto a testa in giù. Per via di tale difetto un acquirente o collezionista può essere disposto a pagare 60 euro per ciascuna moneta.
Se invece possiedi altre monete, in un recente articolo puoi scoprire quali sono le lire con alto valore numismatico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *