Menu Chiudi

Autocertificazione Natale: cosa cambia durante le feste e cosa scrivere

Come ben sappiamo l’ultimo Dpcm Natale prevede il divieto di spostamento tra regioni dal 24 dicembre al 6 gennaio e 10 giorni in cui il Paese intero sarà zona rossa, 4 giorni zona arancione. Per questo l’utilizzo della dichiarazione sostitutiva di certificazione , chiamata anche autocertificazione, sarà obbligatoria per tutti gli spostamenti.

autocertificazione Natale

Cosa prevede la zona rossa e arancione

L’Italia sarà in zona rossa per dieci giorni dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio.
Nella zona rossa, oltre alle chiusure delle varie attività lavorative, è vietato ogni tipo di spostamento sia dentro che fuori il proprio comune se non per motivi di estrema necessità. Ma l’ultimo decreto ministeriale ha aggiunto una postilla che prevede che nei giorni festivi ci si potrà spostare per andare da parenti e amici.

Lo spostamento dovrà avvenire nei limiti di due persone alle quali potranno aggiungersi minori di 14 anni e persone conviventi non autosufficienti o con disabilità. Ci si potrà spostare tra le 5:00 del mattino e le 22:00 una sola volta al giorno e verso una sola abitazione che deve essere sita nella stessa regione di appartenenza. Dalle 22:00 alle 5:00 del mattino sarà coprifuoco. Ovviamente in tutti i casi bisognerà utilizzare il modulo di autocertificazione.

Gli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e di necessità restano autorizzati come sempre, ma vanno comunque riportati nel modulo di autocertificazione.

L’Italia sarà in zona arancione dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio, ovvero nel periodo in cui non ci sono giorni festivi e prefestivi.
Nella zona arancione invece ci si potrà spostare solo all’interno del proprio comune di residenza senza giustificare i motivi dello spostamento. Viene fatta una eccezione per i cittadini dei comuni con meno di cinquemila abitanti che potranno spostarsi entro un raggio di 30 chilometri. Resta però il divieto anche per questi di recarsi nei comuni capoluogo.

Per quanto riguarda le attività commerciali e lavorative, nella zona arancione riapriranno tutte fatta eccezione di  bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. Consentite invece in tutti i casi le consegne a domicilio.

L’autocertificazione per Natale e le altre festività

Come sopra citato sia a Natale che negli altri giorni festivi per spostarsi si dovrà essere muniti di autocertificazione. Sarà consentito di andare da amici o parenti ad un massimo di due persone, con figli minori di 14 anni o con conviventi disabili, una sola volta nella fascia compresa tra le 5:00 e le 22:00. Ma come giustificare tale spostamento nel modulo di autocertificazione?

Il modulo di autocertificazione per quanto riguarda l’ultimo dpcm per Natale è sempre lo stesso ed è disponibile sul sito del Viminale. Per giustificare lo spostamento dovuto ad esempio al pranzo di Natale bisogna barrare la casella con la dicitura:
“altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio“.

Nella riga sottostante bisogna inoltre “specificare il motivo che determina lo spostamento“. Nell’autocertificazione vanno inseriti, nelle aree preposte, l’indirizzo di partenza e quello di destinazione, ma non il nome e cognome della persona che vi ospita per motivi di privacy. Anche perchè le forze dell’ordine in base all’indirizzo di destinazione non ci metteranno molto a risalire al proprietario di casa.

Appare ovvio che se fermeranno diverse persone che dichiarano lo stesso indirizzo di destinazione nel modulo di autocertificazione, potrebbe scattare un controllo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *