Menu Chiudi

Via libera alle detrazioni fiscali 2023 per impianti fotovoltaici: cosa fare per ottenerle

L’installazione di un impianto fotovoltaico rappresenta una valida opportunità per produrre energia pulita e risparmiare sulla bolletta elettrica. Inoltre, in Italia esistono diverse agevolazioni fiscali per chi decide di investire in questo tipo di tecnologia, che possono aiutare a rendere l’investimento ancora più conveniente. In questo articolo vi parlerò proprio di come fare a beneficiare delle detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico.

Quali sono le detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico e come ottenerle

Le detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico sono disciplinate dal Testo Unico delle Agevolazioni Fiscali (D.L. n. 63/2013), che prevede una detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione dell’impianto, a fronte di un investimento massimo di 96.000 euro. La detrazione viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo e può essere utilizzata da chiunque sia proprietario o titolare di un diritto reale sull’immobile oggetto dell’intervento, compresi gli inquilini.

Le detrazioni fiscali sono fruibili da tutti i contribuenti che possiedono o detengono un diritto reale sull’immobile oggetto dell’intervento, indipendentemente dalla tipologia di reddito posseduta. Ciò significa che le detrazioni possono essere utilizzate sia dalle persone fisiche che dalle società, sia da privati che da imprese.

Posizionamento pannelli solari
Posizionamento pannelli solari © Pixabay

Per ottenere le detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico, è necessario seguire alcune semplici procedure. In primo luogo, bisogna farsi rilasciare dall’installatore o dal venditore dell’impianto una documentazione che attesti la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge per l’accesso alle detrazioni. In particolare, dovrà essere compilata e sottoscritta la “scheda di trasmissione dati” (modello APE), che riporti le informazioni relative all’impianto, all’edificio e al beneficiario della detrazione.

Successivamente, sarà necessario presentare la documentazione all’Agenzia delle Entrate, utilizzando uno dei seguenti modelli:

  • Modello 730/2022: per i contribuenti che presentano il modello 730 per la dichiarazione dei redditi
  • Modello UNICO 2022: per i contribuenti che presentano il modello UNICO per la dichiarazione dei redditi
  • Modello ISEE: per i contribuenti che richiedono l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) per accedere a prestazioni agevolate

Una volta presentata la documentazione, l’Agenzia delle Entrate verificherà la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge e rilascerà un “Attestato di Certificazione Energetica” (ACE), che attesterà il diritto alla detrazione.

Cosa fare in caso di cessione dell’immobile o smantellamento dell’impianto

In caso di cessione dell’immobile o smantellamento dell’impianto prima della fine del periodo di fruizione delle detrazioni fiscali, il beneficiario della detrazione è tenuto a restituire all’Erario una quota proporzionale alla durata residua del beneficio. Tuttavia, è possibile evitare la restituzione delle detrazioni non ancora fruite trasferendo il diritto alla detrazione al nuovo proprietario dell’immobile o al nuovo utilizzatore dell’impianto, previa stipula di apposita “dichiarazione di trasferimento del credito”.

Altre agevolazioni fiscali per l’energia solare in Italia

Oltre alle detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico, in Italia esistono anche altre agevolazioni fiscali per l’utilizzo dell’energia solare. In particolare:

  • Credito d’imposta per la realizzazione di impianti fotovoltaici: si tratta di un credito d’imposta pari al 65% delle spese sostenute per la realizzazione di impianti fotovoltaici con potenza superiore a 1 MW, utilizzabile in 5 quote annuali di pari importo.
  • Detrazioni fiscali per l’acquisto di veicoli elettrici: l’acquisto di veicoli elettrici è agevolato con una detrazione fiscale del 50% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 5.000 euro. La detrazione può essere fruita da chiunque acquisti un veicolo elettrico, sia privati che imprese.
  • Ecobonus: l’ecobonus è una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili, come pannelli solari termici o fotovoltaici, caldaie a biomassa, ecc. La detrazione è fruibile da privati e imprese e può essere utilizzata in 10 quote annuali di pari importo.

In conclusione, le detrazioni fiscali per l’installazione di un impianto fotovoltaico rappresentano un’opportunità importante per chi vuole investire in energie rinnovabili e risparmiare sulla bolletta elettrica. Insieme ad altre agevolazioni fiscali per l’energia solare, come il credito d’imposta per la realizzazione di impianti fotovoltaici o l’ecobonus, rappresentano un supporto concreto per la diffusione della tecnologia fotovoltaica e per la transizione verso un modello energetico più sostenibile.

Restando in tema di agevolazioni, bonus e incentivi, di seguito ti mostro un video molto interessante ed esaustivo che parla di tutti gli aiuti previsti da gennaio 2023, anche senza ISEE. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *