Menu Chiudi

Risparmio in bolletta: come funziona l’eolico da balcone, il più economico e facile da installare

Oltre al fotovoltaico da balcone, del quale vi ho parlato in un recente articolo, un’altra novità specie in questi tempi di caro bollette è il mini eolico da balcone. Vediamo di cosa si tratta, quando conviene installarlo e come realizzare un mini impianto eolico da balcone fai da te.

Mini eolico da balcone
Mini eolico da balcone © YouTube Inventore fuori norma

L’eolico è una eccellente alternativa, molto più economica al fotovoltaico, specie nelle zone ventose, dove questo tipo di impianti rende davvero molto.
Pensateci bene, per quanto possa essere utile, il fotovoltaico genera più corrente quando ve ne serve di meno! I pannelli solari rendono il massimo in estate. In estate siamo più spesso fuori casa, ci sono meno ore di notte in cui accendere le luci, se si utilizza uno scaldabagno elettrico l’acqua sanitaria si scalda prima, utilizziamo di meno la tv eccetera.

Gli svantaggi del fotovoltaico

Coloro che possiedono impianti fotovoltaici con lo scambio sul posto, in estate reimmettono più corrente in rete di quanta ne consumano, corrente che ovviamente viene loro retribuita. In inverno invece avviene il contrario. Specie se si scalda casa con metodi elettronici, è più la corrente che si preleva dalla rete (e quindi in bolletta) che quella che si produce, in quanto i pannelli solari non producono molto, tranne in giornate invernali abbastanza soleggiate.

Questo tipo di utenti in pratica recupera parte delle bollette molto più alte in inverno con gli accrediti fatti dal gestore dell’energia per la corrente prodotta in estate e reimmessa in rete. Comunque la convenienza c’è, ma chi parla di un totale abbattimento dei costi dell’energia dice il falso! A meno che all’impianto non siano connesse una serie di batterie di accumulo, in grado di accumulare la corrente necessaria per soddisfare le esigenze energetiche domestiche per diversi giorni. Ma bisogna tener conto che tali batterie hanno un costo che si aggira intorno ai 10.000 euro cadauno!

In cosa consiste e quando conviene l’eolico domestico o da balcone

Qual è il tipo di impianto che si comporta esattamente al contrario, ossia che genera più corrente in inverno rispetto all’estate? L’eolico domestico. Vediamo di cosa si tratta, quando conviene installarlo e come realizzare un mini impianto eolico da balcone fai da te.
In base alle informazioni sopra riportate, l’eolico non può essere considerato una vera alternativa al fotovoltaico, Il motivo risiede nel fatto che d’estate, tranne in zone dove c’è vento in tutte le stagioni, non produce quasi nulla.

Ma se si considera di aggiungerlo al vostro impianto fotovoltaico potrebbe essere una scelta molto azzeccata. in questo modo in estate producete energia col fotovoltaico, e nell’inverno ventoso con l’eolico, in modo da ottenere un risparmio in bolletta uniforme tutto l’anno!
Va considerato inoltre che il fotovoltaico di notte non produce, mentre l’eolico può produrre sia di notte che di giorno. Immaginate una giornata con abbastanza luce solare e allo stesso tempo ventosa, come buona parte delle giornate autunnali, produrrete in tempo reale corrente con entrambi gli impianti!

La pala  eolica domestica può essere ancorata su un qualsiasi supporto che ne garantisca la stabilità, quindi su pali, staffe o sulle ringhiere dei balconi. Esistono pale eoliche per utilizzo domestico sia verticali che orizzontali. Quelle verticali sono più belle da vedere specie se l’installazione deve essere fatta su un balcone. Inoltre quelle orizzontali sono più pericolose, essendo fatte come un ventilatore senza griglia. Le pale orizzontali sono più consigliate sui tetti che sui balconi.

Come realizzare un impianto eolico fai da te unito al fotovoltaico e costi

In commercio esistono alcuni mini impianti eolici da balcone già completi, su Amazon i prezzi dell’eolico domestico si aggirano dai 300 a salire in base alla potenza che si vuole ottenere. Bisogna considerare che questi impianti vanno collegati a batterie, a loro volta connesse ad un inverter, che trasforma la corrente continua generata a 12 – 24 o 48 volt in corrente alternata a 220 volt ideale per l’uso domestico.

Come accennato, tranne in zone dove c’è vento praticamente 300 su 365 giorni l’anno, conviene installare questo tipo dio impianti insieme al fotovoltaico domestico, anche se questo è di piccole dimensioni. In questo modo avrete energia autoprodotta 365 giorni l’anno, dove l’eolico produce maggiormente in inverno e il fotovoltaico in estate.
Di seguito vi mostro un video molto interessante, diviso in due parti, di INVENTORE FUORI NORMA, che mostra passo passo come creare un impianto eolico da balcone combinato al fotovoltaico fai da te. Buona visione.

Dopo aver visto come installare la pala eolica sul balcone e i cablaggi necessari, vediamo di seguito come realizzare la parte elettrica all’interno dell’abitazione. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *