Menu Chiudi

Partono i nuovi bonus spesa 2022 per le famiglie: domande da settembre con ISEE

In molti comuni italiani i nuovi bonus spesa previsti per il 2022, sono richiedibili sin da subito fino alla fine dell’anno. Si tratta di un aiuto per le famiglie in difficoltà economica e dipendono dal reddito ISEE familiare. Vediamo in dettaglio di  cosa si tratta.

Famiglia che fa la spesa al supermercato
Famiglia che fa la spesa al supermercato

I nuovi bonus spesa previsti per l’anno 2022 sono già attivi e richiedibili presso molte amministrazioni comunali. Il contributo in questione viene erogato dal comune di residenza, ma non tutti i comuni hanno avviato l’iniziativa. Molti però stanno già erogando questo aiuto per le famiglie in difficoltà economica.
Dal prossimo mese, come molti sanno, è prevista una stangata sulle bollette di luce e gas. Molte famiglie che sono al limite della soglia di povertà accuseranno il colpo, ed ecco che viene in aiuto il bonus spesa, un contributo per acquistare gratis alimenti e beni di prima necessità.

Come funziona il bonus spesa

Non è la prima volta che viene erogato dai comuni questo tipo di bonus. Durante il periodo di picco dell’emergenza sanitaria, molte famiglie italiane sono state messe in ginocchio dall’impossibilità di andare a lavorare dovuta alle restrizioni, questo contributo erogato dai comuni è stato per loro una manna dal cielo che ha permesso loro di sopravvivere. Ed ecco che ora questa misura viene in aiuto per contrastare il caro vita e il caro bollette. E’ erogata dai comuni e dipende in genere dal reddito ISEE e dal numero di componenti del nucleo familiare. Più numerosa è la famiglia, più basso è il reddito, tanto più corposo sarà il bonus.

I prossimi mesi saranno molto difficili, sia sul fronte riscaldamento e gas, sia per quanto riguarda l’ approvvigionamento di materie prime e acquisto di beni di consumo. Per questo motivo se si ha la fortuna di risiedere in un comune che eroga il bonus spesa, e si possiedono i requisiti richiesti, si potrebbe approfittare di questo aiuto.
Sono i comuni a dettare le linee guida per quanto concerne i requisiti da possedere e l’importo del bonus, quindi le modalità di accesso sono diverse da comune a comune. In genere il contributo va in base ai componenti del nucleo familiare e al reddito ISEE. Può ammontare da qualche centinaio di euro fino a 600 euro.

Il comune italiano che eroga fino a 1.000 euro di bonus spesa

Ma c’è un comune in particolare dove il bonus spesa può arrivare fino a 1.000€ e le domande sono partite già dal 12 settembre scorso. stiamo parlando del comune di Monreale, in provincia di Palermo.
Dal 12 settembre 2022 i cittadini del Comune di Monreale, in provincia di Palermo, possono presentare le domande per ottenere subito i nuovi Bonus spesa 1.000 euro. Ma il bonus persa erogato da questo comune differisce rispetto a tutti gli altri.

Come confermato dall’assessore alla Solidarietà Sociale del Comune di Monreale, Sandro Russo il bonus prevede una quota fissa di 1.000 euro e una quota variabile. La quota dipende dal reddito ISEE e dal numero di componenti del nucleo familiare, ma la particolarità è che fino al 60% del beneficio concesso come Bonus spesa dev’essere utilizzato per saldare eventuali debiti connessi al mancato pagamento del canone idrico e della Tari. Solo la parte rimanente potrà essere utilizzata per comprare alimenti e beni di prima necessità.

Per presentare domanda per il bonus spesa nel comune di Monreale basta accedere al sito ufficiale e fare la richiesta nell’apposita area dedicata.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *