Menu Chiudi

Monete rare, queste vecchie lire potrebbero farti diventare ricco

Le monete rare sono ricercate dai collezionisti, motivo per cui acquisiscono un alto valore di mercato. Tra la nostra vecchia e tanto amata lira italiana, ci sono alcuni pezzi che, ad oggi valgono tantissimo. Se possiedi queste vecchie lire elencate di seguito non esitare a venderle.

Monete lira italiana
Foto pixabay.com

Quanti di voi conservano ancora monete in lire solo per collezionismo o per ricordo? Le conserviamo gelosamente in un cassetto, o le incorniciamo in un quadro da esibire. Il valore di molte di queste monete è cambiato con il passare degli anni. Alcune di queste sono ricercate da negozi di numismatica e collezionisti disposti a pagare profumatamente per ottenerle.
E se una di queste fosse presente nella tua casa?

La rarità di una moneta è determinata essenzialmente dalla tiratura, dall’anno di emissione e dallo stato di conservazione. la tiratura deve essere limitata, ossia una versione di cui sono stati stampati pochi pezzi. L’anno di emissione non dovrebbe essere troppo recente, più la moneta è vecchia maggiore sarà il suo valore. Lo stato di conservazione deve essere ottimale, il pezzo non deve essere usurato. Il valore maggiore una moneta rara lo acquisisce con lo stato FDC (fior di conio). Il fior di conio è un pezzo senza segni di usura che non ha praticamente mai circolato.

Di seguito sono elencate le lire italiane in moneta con il più alto valore numismatico. Se ne possiedi qualcuna potresti rivenderla online su siti come eBay, 0 su altre piattaforme specializzate all’acquisto e vendita di monete rare online. In un articolo ho spiegato come rivenderle, segui i miei consigli su come rivendere monete rare.

Le monete rare della lira italiana che valgono di più

Le 500 lire d’argento con le caravelle.
Questa moneta è una versione a tiratura limitata, coniata nel 1957, dall’alto valore numismatico. Su una facciata è raffigurato il busto di una donna rinascimentale, dall’altra tre caravelle in navigazione. su questo lato potrebbe essere presente un particolare che rende questo pezzo unico e raro.

Si tratta della dicitura “prova” stampata in basso a sinistra rispetto alle caravelle, ma i dettagli non finiscono qui. Le bandiere delle caravelle sono voltate controvento, un errore di conio che dona a questa moneta un valore inestimabile. Le 500 lire caravelle di prova vennero cedute all’epoca ai politici attualmente in carica in Parlamento, che a loro volta le cedettero per acquisto di beni. I pezzi potrebbero quindi essere finiti in alcune case degli italiani e custoditi gelosamente fino ad oggi. Il valore cadauno di questa versione va dai 5000€ agli 8000€.

La 200 lire del 1977 versione di prova.
Le monete di prova sono quelle che in genere valgono di più in quanto ne sono stati stampati in passato pochissimi pezzi, e sono quindi a tiratura limitata. Nel 1977 furono stampate solo 15oo 200 lire con la dicitura prova sul rovescio della moneta. Si tratta di uno degli esemplari più rari in circolazione, difficile da trovare, ma non impossibile. Il valore di questa versione va dai 500€ agli 800€ cadauno.

La 10 lire olivo del 1947.
La 10 lire olivo raffigura su un lato un ramoscello di olivo, sull’altro un cavallo alato. E’ stata coniata nel dopoguerra negli anni che vanno dal 1946 al 1950, ma quelle rare dall’alto valore di mercato sono del 1947. In quest’anno ne furono stampati soli 12000 pezzi, fattore che rende questa versione molto rara e profittevole. Questa moneta può arrivare a valere oltre 4000€ per ogni singolo pezzo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *