Menu Chiudi

La verità sui consumi elettrici di una stufa a pellet che pochi conoscono: ciò che dovresti sapere

Come tutti sanno, per riscaldarsi con il pellet non solo bisogna sostenere costi relativi all’acquisto dei cilindretti di legno, divenuti molto cari negli ultimi mesi, ma anche sostenere quelli relativi al consumo di energia elettrica. Per ottenere un quadro completo del costo del riscaldamento domestico alimentato da una stufa a pellet, bisogna quindi considerare anche il consumo di corrente, che nella maggior parte dei casi non è di poco conto. Vediamo quanta corrente consumano questa tipologia di caldaie e stufe e i fattori che influiscono sui consumi.

La stufa a pellet, nonostante l’aumento vertiginoso dei costi di questo combustibile, è una soluzione ancora popolare per riscaldare la propria abitazione. Questo tipo di stufa utilizza pellet, ovvero piccoli cilindri di legno pressato, come combustibile per generare calore. In questo articolo esploreremo il consumo elettrico di questo apparecchio, fornendo informazioni su come esso viene utilizzato e su come può essere ridotto.

Funzionamento della stufa a pellet

Per comprendere il consumo elettrico di una stufa o caldaia a pellet, è importante capire il suo funzionamento. La caldaia a pellet è alimentata da un serbatoio che immette il combustibile nel bruciatore tramite la coclea. Durante il processo di accensione si attiva una ventola che permette di dare ossigenazione alla combustione e di espellere i fumi verso la canna fumaria. Nel caso di una caldaia i fumi, prima di essere espulsi, vengono fatti passare in uno scambiatore di calore, il quale permette il riscaldamento dell’acqua sanitaria.

La combustione viene innescata da da una candeletta nel bruciatore, una resistenza elettrica la quale, surriscaldandosi, permette al pellet di incendiarsi. Coclea, candeletta, ventola fumi, e altre apparecchiature elettroniche come alimentatori, display eccetera, richiedono energia elettrica per funzionare.
Il processo di produzione dell’acqua calda sanitaria è simile a quello del riscaldamento, la caldaia a pellet utilizza il calore generato dalla combustione per scaldare l’acqua che passa nell’apposito scambiatore di calore.

Fattori che influiscono sul consumo elettrico

I fattori che influiscono sul consumo elettrico di una caldaia o stufa a pellet possono essere suddivisi in tre categorie principali: la potenza della caldaia, la classe energetica e l’uso che se ne fa.
La potenza della caldaia è un fattore chiave per determinare il consumo elettrico. Una caldaia più potente utilizzerà più energia elettrica per funzionare, poiché deve generare più calore per riscaldare la casa.

Anche la classe energetica influisce di molto sul consumo di corrente. Le stufe a pellet sono classificate in base alla loro efficienza energetica, utilizzando un sistema di lettere che va dalla classe A+ (la più efficiente) alla G (la meno efficiente). Una stufa a pellet di classe A+ avrà un consumo di energia elettrica più basso rispetto a una stufa di classe G, poiché utilizza tecnologie più avanzate per ottimizzare l’utilizzo del combustibile e generare calore in modo più efficiente.

Anche la modulazione della potenza, la programmazione settimanale, la regolazione automatica della temperatura, il rilevamento della presenza in casa sono caratteristiche che possono influire sull’efficienza energetica della stufa. Infatti, alcune stufe e caldaie a pellet dispongono di funzionalità di risparmio energetico come ad esempio la modulazione della potenza, la programmazione settimanale, la regolazione automatica della temperatura, il rilevamento della presenza in casa, che possono aiutare a ridurre il consumo di elettricità.

Infine, come è ovvio che sia, il tempo in cui la caldaia viene utilizzata è un fattore importante: più a lungo essa viene utilizzata, maggiore sarà il consumo di energia elettrica.

Quanto consuma di corrente una stufa a pellet al giorno

Consumo in tempo reale stufa a pellet
Consumo in tempo reale stufa a pellet © YouTube Tutorial Academy

Il consumo di watt di una stufa a pellet al giorno dipende dalla potenza della stufa e dal tempo in cui essa viene utilizzata. Tra i fattori che determinano la potenza vi sono i consumi delle sue componenti principali: candeletta, coclea, ventola fumi e altre apparecchiature elettroniche.

Consumo energetico della candeletta

La candeletta è una piccola resistenza elettrica utilizzata per accendere il combustibile (pellet) all’interno del bruciatore. Essa consuma corrente elettrica solo quando è in funzione, ovvero quando è necessario accendere il pellet.
Il consumo di corrente della candeletta dipende dalla sua potenza, che può variare tra i 10 e i 50 watt. Quindi se una stufa a pellet utilizza una candeletta da 20 watt e viene accesa per 5 minuti al giorno, consumerà 0,167 kWh al giorno. 5 minuti in genere è il tempo per il quale la candeletta resta accesa per una singola accensione. Più accensioni si fanno al giorno maggiore sarà il consumo elettrico della candeletta.

Consumo energetico della coclea

La coclea è un componente che trasporta il combustibile dal serbatoio al bruciatore, utilizzando un motore elettrico. Il consumo di corrente della coclea dipende dalla sua potenza, che può variare tra i 25 e i 100 watt. Il consumo può essere influenzato anche dalla lunghezza e dalla pendenza della coclea, dalla quantità di pellet trasportata e dalla frequenza con cui viene utilizzata. In generale, si può stimare che una coclea può consumare tra i 0,25 e 1 kWh al giorno a seconda della potenza del motore e delle condizioni d’utilizzo.

Consumo energetico della ventola fumi

La ventola fumi è un componente che serve a convogliare i fumi prodotti dalla combustione del pellet verso l’esterno dell’edificio. Il consumo di corrente della ventola fumi dipende dalla sua potenza, che può variare tra i 25 e i 75 watt. Il consumo può essere influenzato anche dalla lunghezza e dalla pendenza del condotto fumi, dalla pressione del flusso d’aria e dalla frequenza con cui la ventola è utilizzata. In generale, si può stimare che una ventola fumi di una stufa a pellet può consumare tra i 0,25 e i 0,75 kWh al giorno a seconda della potenza del motore e delle condizioni d’utilizzo.

Consumo energetico totale

Con il costo dell’energia elettrica attuale intorno ai 0,5 euro, in linea di massima possiamo dire che una stufa a pellet, in base alla potenza e alle ore di utilizzo, consuma al massimo 90 centesimi di euro di corrente al giorno, minimo 40 centesimi di euro al giorno.
Se vuoi conoscere con maggiore precisione il consumo reale della tua stufa, potresti collegarla ad una presa smart intelligente. Si tratta di particolari prese wifi, molto economiche dal costo di poco superiore ai 10€, che consentono di monitorare il consumo dell’apparecchio collegato tramite una applicazione installabile sul proprio smartphone.

Di seguito è mostrato un video molto esaustivo che spiega in dettaglio, calcoli alla mano, il consumo in tempo reale di una stufa a pellet. Tengo a precisare che nel video viene calcolato il consumo in base al costo dell’energia ai tempi di quando è stato realizzato (tre anni fa il costo era di 0,2€ per kWh), ad oggi la corrente costa più del doppio. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *