Menu Chiudi

Hai meno di 20 anni di contributi INPS? Ecco come potresti andare lo stesso in pensione

Tutti pensano che per percepire la pensione siano necessari, in tutti i casi, almeno 20 anni di contributi INPS, ma non è proprio così. Con due leggi del passato, la legge Amato e la legge Dini ci sarebbe la possibilità di andare in pensione con soli 15 anni di contributi. Ovviamente il lavoratore che possiede una anzianità contributiva così bassa dovrebbe valutare l’aggiunta di una pensione integrativa. Questo perchè l’assegno previdenziale potrebbe essere molto scarno.
Vediamo di seguito come, e a che età, si può andare in pensione con l’INPS con soli 15 anni di contributi.

Quando è possibile la pensione di vecchiaia INPS con 15 anni di contributi

Pensione INPS con 15 anni di contributi
Donne pensionate – photo credit YouTube: Mondo Pensioni

Tutti sanno che per andare in pensione bisogna versare almeno 20 anni di contributi all’INPS e aver maturato i 67 anni di età. Addirittura con l’attuale legge si potrebbe andare in pensione anche con soli 5 anni di contributi, ma bisogna aver raggiunto i 71 anni di età.
in questo articolo vogliamo focalizzarci sulla possibilità di andare in pensione con l’INPS avendo versato 15 anni di contributi.

Ci sono due casi in cui è possibile ottenere una sorta di “sconto contributivo” pari a 5 anni. Ossia la possibilità di maturare il diritto alla pensione INPS con 15 invece che con 20 anni di contributi. Queste due possibilità vengono offerte dalla Legge Amato 503/1992 e la Legge Dini 335/1995. Vediamo in dettaglio cosa prevedono.

La Legge Amato 503/1992

La Legge Amato 503/1992 è in vigore dal 1992 e permette di andare in pensione con 15 anni di contributi al richiedente che possiede almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Deve essere stato autorizzato ai versamenti volontari in data anteriore al 31/12/1992 e raggiungere, anche se successivamente a questa data, i 15 anni di contribuzione;
  • Deve aver maturato 15 anni di contribuzioni, cioè 780 settimane, entro il 31/12/1992, sono utilizzabili tutti i contributi versati da lavoro, i contributi volontari, quelli figurativi e da riscatto o ricongiunzione.

In pratica possono andare in pensione con la legge amato:

  • i soggetti che hanno versato 15 anni di contributi volontari e non, ma autorizzati al versamento dei contributi volontari prima del 31/12/1992;
  • oppure i soggetti che alla data del 31/12/1992 avevano già maturato 15 o più anni di contributi.

Per ulteriori informazioni in merito alle deroghe Amato a favore di alcune categorie di contribuenti leggi questo articolo.

Legge Dini 335/1995

Se non possiedi almeno uno dei requisiti previsti dalla legge Amato per andare in pensione con 15 anni do contributi INPS, potresti rientrare nella Legge Dini 335/1995. In questo caso i requisiti da rispettare sono più elastici, ma ci sono dei pro e contro. Andare in pensione con la legge Dini comporta una decurtazione significativa sull’assegno pensionistico. La pensione viene infatti calcolata interamente con il sistema contributivo, particolarmente penalizzante.
Vediamo quali sono i requisiti da rispettare:

  • bisogna aver maturato almeno 5 anni di contributi dal 1996 in poi;
  • è necessario avere almeno 1 contributo accreditato prima del 31 dicembre 1995.

Ecco spiegato in sintesi come è possibile andare in pensione con soli 15 anni di contributi INPS.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *