Menu Chiudi

Contante verso eliminazione: dal 2022 obbligo POS per questi pagamenti

E’ ormai noto che l’eliminazione del contante sembra essere ormai solo una questione di tempo, per fare spazio a pagamenti tracciabili con bancomat, bonifici, POS e carte di credito. I governi susseguitisi negli anni introducono limiti sempre più stringenti all’utilizzo dei soldi liquidi.

Pagamento con carta di credito
Pagamento con carta di credito (Foto pixabay.com)

L’obiettivo sarebbe quello di contrastare il più possibile il riciclaggio di denaro e abbattere l’evasione fiscale, introducendo un nuovo limite oltre il quale non si potranno più effettuare pagamenti con soldi contanti. Tale limite entrerà in vigore dal mese di gennaio 2022 e sarà pari a 999,99€. Attualmente è fissato a 2000€ fino a fine dicembre 2021, dal prossimo anno il tetto massimo sarà la metà.
In pratica non si potranno più effettuare pagamenti, o scambi tra persone, utilizzando denaro contante, per una cifra superiore a 1000 euro.

Indipendentemente se il bene o il servizio venga acquistato a rate o in un unica soluzione, il pagamento non deve essere superiore alla soglia prefissata. Nel caso si dovesse effettuare un pagamento pari o superiore a 1000€, scatta l’obbligo di utilizzo di POS, bonifici o carte di credito bancomat.
E’ chiaro che questo provvedimento mira a costringere un numero sempre maggiore di consumatori ad effettuare pagamenti tracciabili.

L’eliminazione del contante è solo una questione di tempo

Riducendo ancora una volta il limite entro il quale si può utilizzare denaro contante per effettuare pagamenti, non potremo pagare, donare e trasferire soldi contanti per somme superiori al nuovo tetto. Finora siamo stati abituati ad acquistare dei beni o servizi con soldi cash anche superiori a 1000 euro, da gennaio non potremo farlo più. L’obiettivo del governo è chiaro e lampante: costringere sempre più persone ad utilizzare la moneta elettronica, in modo da contrastare l’evasione fiscale. La costrizione negli anni sarà tale da dover per forza utilizzare carte di credito per importi sempre più bassi.

Il nuovo limite per i pagamenti cash inoltre si applica in tutti i casi, anche familiari. Se un padre ad esempio vorrebbe donare una somma di denaro ad un figlio, se l’importo è superiore alla nuova soglia è obbligato a fare un bonifico o ad utilizzare un altro strumento tracciabile.
In un articolo recente vi ho già parlato di tutti i rischi che si corrono nel donare soldi contanti ai propri figli

Indipendentemente se si tratta di una donazione o di un pagamento effettuato con denaro contante, le pene sono piuttosto alte. Si rischia una multa massima di 50.000€ fino ad una minima di 1000 in base alla somma trasferita.

Guarda anche: Limite di pagamento in contanti – La legge per tutti ↓

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *