Menu Chiudi

Come riciclare la cenere del camino: gli usi alternativi che probabilmente non conosci

Ogni volta che si accende un fuoco in un camino, si crea una certa quantità di cenere che quasi tutti gettiamo, senza sapere che è una risorsa utile per fare molte cose. Poiché la cenere di legno è ricca di minerali importanti come il carbonato di calcio e il potassio, ci sono molti i modi in cui possiamo riciclarla riutilizzandola in casa e in giardino. In questo post vi suggeriamo alcuni usi innovativi che forse non avete mai considerato.

Fuoco cenere del camino
Foto Pixabay

Tutti gli usi alternativi della cenere del camino

Vediamo a cosa potrebbe risultare utile le cenere del camino, un bene prezioso dagli innumerevoli usi per la casa e non solo.

Spargila sul terreno

La cenere di legno non contiene azoto (questo viene bruciato), ma ha altri utili benefici per il suolo, che variano a seconda del legno utilizzato; i livelli di ossido di calcio sono circa il 30%, il potassio può variare dal 5-15%, acido fosforico 1-2% ma il fattore più rilevante è il suo pH – può variare da 8-12, fattore che la rende incredibilmente alcalina. Tende anche ad essere molto solubile in acqua, il che può causare l’accumulo di sali nel terreno.

Spargi sul terreno del tuo giardino o nei tuoi vasi in casa la cenere riciclata. Le piante in crescita hanno bisogno di molti degli oligoelementi che contiene, e aumenterà effettivamente il PH del tuo terreno perché, come specificato, è naturalmente alcalina. Questo vi permetterà di far crescere piante come la lavanda e il caprifoglio che sono molto amate dalle api e che non sarebbero in grado di prosperare in terreni più acidi.
Inoltre, se avete problemi con lumache e chiocciole, spargere la cenere intorno alle vostre piante scoraggerà queste creature senza dover usare veleni letali.

Prima di fare ciò, assicuratevi che il vostro terreno ne abbia effettivamente bisogno. Controllate il suo pH, in modo da non esagerare con il fattore alcalino. Non spargerla mai intorno a piante che amano l’acido come azalee, camelie, rododendri e mirtilli.
La migliore raccomandazione è di usare 40-70 g per metro quadro su un terreno che ne ha bisogno, e non usarla affatto se il tuo terreno è già alcalino. L’ideale sarebbe mischiare la cenere al terreno circa quattro settimane prima di piantare qualcosa.

Fare il sapone con la cenere del camino

Sapevate che si può fare un sapone molto efficace con i semplici ingredienti di cenere di legno duro mescolata con acqua piovana e un grasso naturale come lo strutto o l’olio di cocco? Poiché non contiene sostanze chimiche abrasive, il sapone prodotto è eccellente per le pelli secche o sensibili.
La ricetta che sto per proporvi è vecchia ma sempre efficace! Già i nostri nonni la utilizzavano per fare delle saponette detergenti sia per il corpo che per i panni. E’ semplice realizzarla: basta un po’ di cenere  del camino passata al setaccio, dell’acqua e qualche goccia di olio di oliva, di cocco o del grasso naturale.

La prima cosa da fare è creare la liscivia composta da cenere e acqua. Basta mescolare i due ingredienti in modo da creare una pasta densa. Per ogni 100ml di liscivia bisogna aggiungere 200ml di olio o grasso e impastare il tutto. Infine si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale o aroma a piacimento per dare l’odore preferito al vostro sapone. Lasciate riposare il tutto in stampi per qualche giorno e le vostre saponette naturali alla cenere saranno pronte per essere utilizzate.

Sturare gli scarichi

Oggi, la liscivia è ancora usata in molti tipi diversi di detergenti, compresi quelli per gli scarichi!
Quindi, la prossima volta che i vostri scarichi si intasano, provate questo trucco fai da te per pulirli usando la cenere di legno. La liscivia rilasciata dalla cenere si legherà a tutti quei grassi e oli bloccati nei tubi e… whoosh! — scarichi a flusso libero in pochissimo tempo, senza bisogno di prodotti chimici tossici.

Seguite questi semplici passi molto facili:

  1. Lasciate raffreddare completamente la cenere del vostro camino o della vostra stufa a legna;
  2. setacciatela e mettetela in un contenitore di metallo;
  3. versare 1 tazza di cenere in polvere nello scarico intasato seguita da 1 tazza di acqua piovana riscaldata (la pioggia è “acqua dolce” che non contiene sostanze chimiche extra che possono interferire con la produzione di liscivia);
  4. Lasciar riposare la miscela per 2-3 ore per permettere alla liscivia di mescolarsi con i residui oleosi, il grasso e l’unto negli scarichi;
  5. in seguito, sciacquare lo scarico con acqua e riprendere il normale utilizzo.

Nota: Quando si usa questo metodo fai da te per sturare gli scarichi, non combinarlo con altri prodotti chimici o acidi. Dimostrare cautela quando si lavora con gli scarichi e l’acqua calda. Usare i guanti e sciacquare via ogni residuo di cenere di legno.

Usala per sciogliere la neve al posto del sale

La cenere di legno contiene sali di potassio che possono essere usati per sghiacciare i sentieri nella stagione fredda, anche se bisogna fare attenzione al deflusso dell’acqua.

Pulire il vetro del termo-camino

Sapevi che la cenere è una delle migliori sostanze per pulire i residui neri dal vetro del tuo termo-camino? Inumidisci semplicemente un panno o un giornale e immergilo in un po’ di cenere residua che potrai poi strofinare sul vetro. Agirà come un leggero abrasivo e sarete stupiti di quanto sia efficace.

Detergente per argento e metalli preziosi

L’argento può essere un caro cimelio di famiglia, ma mantenerlo curato e nuovo può essere un’impresa. Qualsiasi oggetto in argento si appanna col tempo e comincia a sembrare opaco. Cosa aiuta a riportare la lucentezza? La cenere di legno, una tradizionale lucidatura dell’argento usata in tutto il mondo prima che entrassero in scena gli smacchiatori a base di sostanze chimiche aggressive. Ecco cosa dovete fare:

  1. Mescolate 4 cucchiai di bicarbonato di sodio, 2 tazze di cenere di legno in polvere e abbastanza acqua per fare una pasta densa;
  2. Immergere una spugna o un panno nella pasta e lucidare l’argento appannato fino a farlo brillare! La miscela va bene anche per pulire oggetti in acciaio inossidabile, oro o cromo.

Deumidificatore naturale

Un’altra proprietà della cenere è che è igroscopica. Questo significa che è molto utile per assorbire l’umidità dall’aria che la circonda. Invece di comprare costosi prodotti commerciali, un piccolo vassoio di cenere posto in un armadio o in una stanza dall’odore di muffa assorbirà l’umidità in eccesso fino a quando non sarete in grado di risolvere il problema.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *