Menu Chiudi

Cambiano le date di erogazione delle pensioni di maggio: aggiornamenti

C’è un importante aggiornamento riguardo le date di pagamento delle pensioni di maggio 2021. L’INPS in un messaggio ha stilato le date ufficiali di pagamento delle pensioni del mese di maggio, differenti da quelle dei mesi precedenti.

L’INPS vuole stringere i tempi per l’erogazione delle pensioni, comprimendo tutte le date disponibili in soli 5 giorni, erogando tutti i pagamenti delle pensioni di maggio entro la fine del mese di aprile. Ovviamente chi non dovesse presentarsi allo sportello fisico delle Poste entro tali date ha sempre la possibilità di prelevare la propria pensione dallo sportello automatico tramite la carta elettronica in dotazione.

Vediamo il calendario ufficiale e definitivo dei pagamenti anticipati in posta delle pensioni di maggio. Come tutti sanno da un po’ di tempo a questa parte, specie dall’inizio dell’emergenza sanitaria, Poste Italiane scagliona le presenze dei pensionati in base alle iniziali del cognome. L’ordine relativo al pagamento anticipato delle pensioni di maggio è il seguente:

Sede Poste Italiane
Sede Poste Italiane
  • Lunedì 26 aprile i cognomi dalla lettera A alla lettera C;
  • Martedì 27 aprile i cognomi dalla lettera D alla lettera G;
  • Mercoledì 28 aprile i cognomi dalla lettera H alla lettera M;
  • Giovedì 29 aprile i cognomi dalla lettera N alla lettera R;
  • Venerdì 30 aprile i cognomi dalla lettera S alla lettera Z;

A differenza delle mensilità precedenti, poste Italiane ha inserito più cognomi nelle prime giornate disponibili per il pagamento delle pensioni, in modo da ottimizzare i tempi e concludere l’erogazione in contanti entro la fine del mese di aprile. Questa modifica alle date è stata apportata per evitare di slittare alla data del 3 maggio in quanto il 1° ricorre la tradizionale festa del lavoro.

Queste date riguardano solo coloro che percepiscono la pensione tramite poste Italiane. chi percepisce la pensione in banca dovrà attenersi alle regole dell’istituto in questione.
Coloro che hanno intenzione di ritirare la pensione allo sportello automatico delle Poste, in quanto possessori di carta BancoPosta, PostePay Evolution o libretto postale, avrebbero già dovuto ricevere l’accredito lo scorso 26 aprile.

Molto probabilmente questo dovrebbe essere l’ultimo mese in cui si adotterà questa modalità scaglionata di pagamenti anticipati, dal prossimo mese si dovrebbe tornare alla normalità, ovvero i pagamenti verrebbero erogati non in anticipo ma all’inizio del mese di riferimento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *