Menu Chiudi

Bonus di 150 euro a novembre per pensionati, lavoratori e invalidi: vediamo come funziona

Molti italiani, specie coloro che sono in difficoltà economica a causa dell’aumento del costo della vita (bollette, carburanti, generi alimentari eccetera), hanno tanto sperato e desiderato un altro bonus oltre a quello passato da 200€. Alla fine è arrivato anche se in una versione ridotta.

150 euro
150 euro

Questo bonus da €150 in arrivo a novembre, di cui vi ho parlato anche in un precedente articolo, praticamente è come un nuovo bonus 200 euro in versione ristretta. Vediamo allora come funziona, a chi spetta, quando arriva e tutto ciò che si sa al momento.
Dunque il prossimo mese di novembre arriva un nuovo bonus da €150 una tantum per tutti coloro che rientrano in una determinata fascia di reddito. Si tratta di una bella sorpresa inaspettata, contenuta nel decreto “Aiuti Ter”, che in questo momento di austerità ci voleva proprio.

In tanti chiedevano a gran voce un nuovo bonus €200 e direi che ci siamo andati vicino. In attesa del testo ufficiale vediamo cosa si sa del nuovo contributo economico previsto per il mese di novembre 2022.
Per il momento sappiamo che spetta ai pensionati e sarà pagato in automatico dall’INPS, proprio come accaduto con il bonus 200 euro, e anche questa volta solo ai pensionati residenti in Italia.

Lo riceveranno anche gli invalidi civili sempre in automatico. Poi è destinato anche ai lavoratori dipendenti che, come la volta scorsa, dovranno presentare l’autodichiarazione in cui affermano di non percepire prestazioni incompatibili.
Il limite di reddito per tutti questa volta scende a €20.000 annui, quindi la platea si fa decisamente più ristretta.  Per i lavoratori inoltre la retribuzione imponibile di novembre 2022, mese in cui dovrebbe essere erogato il bonus, non deve superare i 1538 euro. Quindi anche se si rientra nel reddito annuale ma nel mese di novembre si percepisce uno stipendio oltre tale soglia, il bonus non verrà accreditato.

Il contributo economico è rivolto anche ai percettori di reddito di cittadinanza, molti dei quali però sono ancora in attesa del bonus €200. E’ destinato anche ai lavoratori  stagionali con almeno 50 giornate di lavoro, domestici, co.co.co, chi percepisce disoccupazione agricola, lavoratori di sport e dello spettacolo eccetera.

Insomma si tratta di un nuovo bonus 200 euro solo ridimensionato sia nel l’importo che nel limite di reddito che scende a €20.000 lordi. Va precisato che per i lavoratori autonomi per i quali ancora non si è partiti con le domande per il bonus €200, sarà integrato con quest’ultimo, quindi riceveranno tutto assieme, ossia 350 euro.
Questo è quello che si sa al mento, ora si attende il testo ufficiale in Gazzetta.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *