Menu Chiudi

Come aumentare il rendimento dei termosifoni per risparmiare fino al 35% di gas

Il prezzo del gas è arrivato alle stelle e molti italiani cercano di trovare una soluzione per il prossimo inverno che permetta di risparmiare energia in modo da evitare salassi sulle bollette. Una di queste soluzioni permette di aumentare il rendimento di ogni termosifone in modo da risparmiare fino al 35% di gas. Vediamo di cosa si tratta.

Sistema di ventilazione per termosifoni
Sistema di ventilazione per termosifoni

Purtroppo fino a quando i “piani alti” non riusciranno a risolvere la questione caro bollette, l’unica soluzione per gli italiani, per evitare di essere schiacciati da fatture energetiche altissime, sarebbe quella di trovare soluzioni per risparmiare energia, pur mantenendo lo stesso stile di vita.
Le famiglie che utilizzano il gas per il funzionamento dell’impianto di riscaldamento domestico sono milioni in Italia. Con il prezzo di questa fonte di energia ai massimi storici, non sarà facile per loro riscaldarsi e sostenere il costo delle bollette raddoppiato, specie per coloro che si trovano già in una situazione di difficoltà economica.

Per questo non c’è altra scelta se non quella di trovare un metodo per scaldarsi ugualmente utilizzando meno gas degli anni precedenti. Questo è possibile soltanto aumentando la resa dei termosifoni all’interno dell’appartamento. Vediamo come fare.
Un termosifone, a differenza del termoconvettore, impiega molto più tempo per scaldare una stanza fino ad una temperatura accettabile (18° – 20°C). Più freddo fa, maggiora sarà il tempo che impiega per far arrivare una stanza o un intero appartamento alla temperatura desiderata impostata sul termostato.

Questo si traduce in tempi di attività della caldaia abbastanza lunghi, che comportano un considerevole consumo di energia. Sostituire i termosifoni con dei termoconvettori comporta una considerevole spesa, considerando l’acquisto dei dispositivi in aggiunta alla manodopera da elargire ad un tecnico specializzato. Tale spesa non può essere affrontata da molti che si vedono costretti a trovare una soluzione per aumentare la resa dei propri termosifoni senza mettere mano al portafogli.

E se vi dicessi che è possibile trasformare i vostri termosifoni in una sorta di termoconvettori? I termoconvettori utilizzano l’acqua calda del riscaldamento domestico e soffiano aria calda all’interno dell’abitazione, facendo salire rapidamente la temperatura, con un conseguente risparmio di energia. La struttura di un termoconvettore in realtà non differenzia molto da quella di un termosifone. E’ composto da un radiatore che funziona esattamente come un termosifone. Sotto di esso è presente una ventola che soffia aria attraverso il radiatore, questa si scalda e fuoriesce dalla parte superiore.

E se mettessimo delle ventole anche su un termosifone? E’ possibile posizionare delle semplici ventole da PC, alimentate con apposito alimentatore, ognuna tra un elemento e l’altro del termosifone. questa prelevano dal retro l’aria calda generata dal termosifone immettendola rapidamente all’interno dell’abitazione. A tali ventole andrebbe aggiunto un termostato che le fa partire solo quando il termosifone è caldo. Calcolate che questo tipo di ventole lavora a 12 volt, quindi il consumo di energia elettrica è veramente irrisorio. In questo modo la stanza si scalderà prima, il termostato ambiente arriverà a temperatura e la vostra caldaia consumerà di meno.

Nel video di seguito è mostrato un “esempio rudimentale” del sistema che vi ho appena accennato.

Le ventoline possono essere posizionate sia frontalmente che al di sopra o al di sotto del termosifone, come mostrato nel video seguente.

Inoltre esistono in commercio degli appositi kit che vi risparmiano il lavoro, si posizionano sul termosifone e il gioco è fatto. Nel video di seguito è mostrato il sistema di ventilazione per termosifoni “Kuriosa

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *