Menu Chiudi

Assegno unico e Reddito di Cittadinanza: a settembre pagamento doppio

Da alcuni giorni circolano in rete delle news riguardo i percettori del Reddito di cittadinanza, che nel mese di settembre potrebbero ricevere un pagamento triplo. Vediamo la questione in dettaglio.

Perché nel mese di settembre i percettori del Reddito di Cittadinanza potrebbero ricevere un pagamento doppio? Ad integrare il sussidio sarebbe l’assegno unico per i figli a carico. Come molti sanno, dallo scorso mese di luglio è entrato in vigore l’assegno unico per i figli a carico. Una misura per ora temporanea, indirizzata solo ad alcune categorie, ma che a partire dal prossimo anno verrà resa definitiva e interesserà una platea molto più ampia di famiglie.

Assegno unico e Reddito di Cittadinanza: a settembre pagamento doppio

Famiglia con figli a carico
Famiglia con figli a carico

Ai percettori del Reddito di Cittadinanza, l’assegno unico per i figli verrà erogato in automatico, senza dover necessariamente fare domanda. Questo mese i beneficiari del sussidio, oltre a ricevere la mensilità del RDC, riceveranno l’assegno unico compreso tutti gli arretrati dal mese di luglio, periodo dell’entrata in vigore della misura.

Una bella somma che si gonfia ancora di più specie per  chi ha tre i più figli, in quanto spetterebbe un assegno unico decisamente maggiorato.
Inoltre è in arrivo una importante novità. Inizialmente è stato deciso che l’ammontare dell’assegno unico non può essere prelevabile in denaro contante, ma spendibile solo attraverso pagamenti digitali.

Ora sembra che l’INPS stia risolvendo questo problema. A quanto pare renderà l’assegno unico per i figli a carico totalmente prelevabile in contanti, come è giusto che sia, in quanto la misura non ha niente a che fare con il Reddito di Cittadinanza, il quale presenta restrizioni sui prelievi. Sembra che il ritardo dei pagamenti dell’assegno unico, da luglio a settembre, sarebbe emerso proprio a causa di ulteriori operazioni da parte dell’INPS per rendere queste cifre prelevabili.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *