Menu Chiudi

Pensioni di Aprile: arrivano arretrati e aumenti con la riforma IRPEF 2024, chi ne beneficerà

Nel panorama attuale, l’argomento degli aumenti legati alla Riforma dell’IRPEF 2024 sta suscitando molte discussioni e aspettative. Questa riforma, che entrerà in vigore ad aprile 2024, promette modifiche significative nella tassazione dei redditi, ma è fondamentale sottolineare che non tutti i pensionati ne beneficeranno. Con l’obiettivo di chiarire dubbi e aspettative, questo articolo si propone di esplorare chi effettivamente vedrà un aumento del netto nella propria pensione a partire da aprile e chi, invece, non dovrebbe aspettarsi alcun cambiamento.

Chi Beneficerà della Riforma dell’IRPEF 2024

Pensioni riforma IRPEF 2024
Pensioni riforma IRPEF 2024 – jedanews.com

La Riforma dell’IRPEF 2024 introduce un adeguamento della tassazione basato su nuovi scaglioni di reddito e aliquote, con effetti visibili già dalla mensilità di aprile 2024, periodo in cui verranno corrisposti anche gli arretrati dei mesi precedenti (gennaio, febbraio e marzo). Tuttavia, è importante evidenziare che non tutti i pensionati vedranno un aumento.

Prestazioni esenti dall’IRPEF, come l’assegno sociale o l’assegno di invalidità, non subiranno variazioni. Questo perché, essendo esenti da IRPEF, non sono soggette a tassazione e, di conseguenza, non beneficeranno della riforma. Allo stesso modo, chi percepisce pensioni basse, al di sotto della soglia di €500, non vedrà alcun aumento, poiché questa fascia di reddito è esente da tasse.

La riforma ha accorpato i primi due scaglioni di reddito: quello fino a €15.000, precedentemente tassato al 23%, e quello da €15.000 a €28.000, che era al 25%. Quest’ultimo scaglione è stato ridotto al 23%, permettendo così un risparmio fiscale per chi rientra in questa fascia. Chi percepisce una pensione fino a €15.000 lordi all’anno (circa €1.250 lordi al mese) non beneficerà della riforma, in quanto non rientra nello scaglione di reddito interessato dall’aumento.

D’altra parte, superata la soglia di €15.000 lordi annui, si iniziano a vedere i primi benefici. Gli aumenti variano fino a un massimo di €20 al mese per le fasce di reddito più elevate, segnando un miglioramento netto per chi si trova in queste categorie.

Conclusione

La Riforma dell’IRPEF 2024 rappresenta un cambiamento significativo nel sistema di tassazione italiano, con l’obiettivo di rendere più equa la distribuzione del carico fiscale. Tuttavia, è cruciale comprendere che gli effetti di questa riforma saranno differenziati, beneficiando alcuni contribuenti mentre altri non vedranno cambiamenti significativi nelle loro pensioni. Questo articolo ha cercato di chiarire chi sarà effettivamente interessato dagli aumenti previsti, sperando di fornire una guida utile per navigare le acque talvolta turbolente delle novità fiscali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *