Menu Chiudi

Olanda dice no all’obbligo delle mascherine: “nessuna evidenza che siano efficaci”

olanda mascherine non abbligatorie

Mentre camminavo per le strade soleggiate di Amsterdam, qualcosa mi sembrava strano in questo mondo travolto dalla paura e dalla pandemia. C’erano risate che venivano dalle chiatte che scivolavano lungo i famosi canali, gruppi di ciclisti intasavano le strade, i clienti si tuffavano nelle boutique chic, i negozi di barbieri sembravano affollati e i caffè servivano alle coppie che chiacchieravano davanti a un caffè.

Ho sentito molte voci di turisti nei bar e nei ristoranti, mentre anche ai lati più tranquilli di questa celebre città olandese passeggiava la gente. Mi ci è voluto un attimo per capire cosa c’era di così strano. Poi mi ha colpito. Mi sentivo come se avessi fatto un passo indietro nel tempo, tornando alla normalità pre-pandemica di una città vivace e piena di esseri umani il cui volto non era coperto da un telo.

Perché mentre 120 paesi nel mondo, tra cui gran parte dell’Europa, hanno ordinato ai cittadini di indossare maschere nei luoghi pubblici per impedire la diffusione di Covid-19, gli olandesi stanno facendo le cose in modo diverso.

I migliori scienziati della nazione, dopo aver esaminato dati e ricerche chiave, hanno dichiarato che non ci sono prove certe a sostegno dell’uso delle maschere per il viso. Anzi, sostengono che indossarle può effettivamente ostacolare la lotta contro le malattie.

Le maschere facciali nei luoghi pubblici non sono necessarie, sulla base di tutte le prove attuali”, ha detto Coen Berends, portavoce dell’Istituto nazionale per la salute pubblica e l’ambiente. Non ci sono benefici e potrebbero anche avere un impatto negativo”.

Si tratta di una posizione audace ma molto controversa, soprattutto perché cresce il timore che una seconda ondata si diffonda in Europa. La settimana scorsa, Downing Street si è unita alla fuga globale per far indossare le maschere facciali negli spazi pubblici come negozi, supermercati e stazioni, seguendo la Scozia, la Spagna e la Francia, insieme alle nazioni limitrofe dell’Olanda, il Belgio e la Germania.

Pensiamo che le maschere abbiano un grande valore”, ha detto Boris Johnson. “La valutazione scientifica delle coperture per il viso e la loro importanza nel fermare le gocce di aerosol è andata crescendo. La gente dovrebbe indossarle nei negozi”.

Ma gli olandesi non sono d’accordo – per la gioia di tutti i cittadini con cui ho parlato ad Amsterdam. Odio indossarle”, ha detto Aicha Meziati, 29 anni, nel negozio di moda alla moda Das Werk Haus. Sono orribili”. La gente sembra avere dei pannolini in faccia”.

Margriet, una commessa ventiquattrenne di 24 anni in un negozio di bevande, ha detto che era difficile leggere le espressioni facciali delle persone quando indossavano le maschere. “Si stabilisce un contatto migliore con le persone senza le mascherine ed è più facile parlare con loro nel negozio”.

La posizione dell’Olanda si basa sulle valutazioni dell’Outbreak Management Team, un gruppo di esperti che fornisce consulenza al governo. La prima sentenza contro le maschere è stata pronunciata a maggio e ha rivalutato le prove più volte, anche la settimana scorsa.

Crede che esse sminuiscano un chiaro messaggio su tre fronti che ha ridotto i decessi da coronavirus a meno della metà del tasso di mortalità in Gran Bretagna: lavarsi le mani regolarmente, mantenere una distanza sociale di 1,5 metri e rimanere a casa se si soffre di qualche sintomo.

L’unica eccezione al di fuori del fronte medico è stata sui mezzi pubblici, dove le maschere sono obbligatorie in quanto è difficile stare lontani su autobus, traghetti e treni affollati. Abbiamo visto che questo approccio funziona”, ha detto Christian Hoebe, professore di malattie infettive a Maastricht e membro del team di consulenza. Le maschere facciali non devono essere viste come un proiettile magico che blocca la diffusione”.

L’evidenza per loro è contraddittoria”. In generale, pensiamo che si debba fare attenzione alle maschere facciali perché possono dare un falso senso di sicurezza. La gente pensa che siano immuni da malattie o che fermino l’allontanamento sociale. Questo è molto negativo”.

Gli studi di uno specialista delle membrane dell’Università di Eindhoven hanno scoperto che mentre le particelle del coronavirus sono catturate da uno strato elettrostatico nelle maschere mediche, possono penetrare nei pori più grandi che si trovano nel cotone e persino nei sacchetti dell’aspirapolvere.

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità è stata scettica, avvertendo che “l’uso diffuso di maschere da parte di persone sane nel contesto della comunità non è ancora supportato da prove scientifiche dirette o di alta qualità”.

Anche se a giugno ha cambiato il suo consiglio per sostenere l’incoraggiamento all’uso della maschera in alcuni ambienti, l’OMS elenca 11 “potenziali danni” che vanno dal disagio all’autocontaminazione e alla minore osservanza di misure preventive più critiche.

Come in alcuni altri paesi europei, l’Olanda ha visto un allarmante aumento recente delle infezioni segnalate, che sono quasi raddoppiate fino a 1.329 casi nelle ultime due settimane, insieme a tassi di ospedalizzazione e di mortalità marginalmente più elevati.

Eppure il team di consulenti del gabinetto afferma che ciò è stato causato da gruppi di persone che si sono infettate l’un l’altra durante le riunioni di famiglia e le feste, dove non avrebbero indossato maschere, indipendentemente da eventuali modifiche alle regole sugli spazi pubblici.

Un’altra epidemia è arrivata da un bar di Hillegom, vicino Amsterdam, dove i proprietari hanno detto ai clienti che potevano sedersi vicini, stringersi la mano e abbracciarsi, dato che il virus era dormiente. Sappiamo quello che facciamo”, hanno scritto su Facebook. Ma si sono dimostrati subito in errore, dopo che 39 casi sono stati rintracciati al bar. Da allora è stato chiuso e il post sui social media è stato rimosso.

Tradotto da: DailyMail

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *