Menu Chiudi

Non hai scaricato App Immuni? Ci penserà il tuo smartphone a tracciarti e segnalarti

Apple e Google stanno lanciando un nuovo framework software auto-generato per aiutare gli stati a implementare le proprie applicazioni di tracciamento dei contatti.
Sarà possibile ricevere sullo smartphone la notifica di essere stati a contatto con una persona positiva al virus senza bisogno di installare un’app specifica.

exposure notification apple google android ios

Questo perchè sia l’App Immuni italiana sia le altre app messe a disposizione dai vari stati non hanno avuto il successo sperato in quanto sono state scaricate da pochissime persone. Per quanto riguarda Immuni, solo 5 milioni di italiani l’hanno scaricata, ma nonostante un numero più basso di quello che forse il Governo di aspettava l’app ha fatto la sua parte, segnalando e avvisando migliaia di persone di un possibile contatto.

In base a ciò è stato richiesto e attuato da Apple e Google una intergrazione direttamente nel sistema operativo di tutti gli smartphone che, leggendo i database delle autorità sanitarie sui contagiati, avvisa le persone tramite una notifica riguardo un possibile rischio di contagio.

Sviluppato come estensione del precedente quadro di notifica dell’esposizione, il nuovo sistema consente alle autorità sanitarie pubbliche di evitare il più ampio lavoro di sviluppo di lanciare un’applicazione autonoma, semplicemente configurando il quadro di base in base alle esigenze del loro stato. Le applicazioni esistenti non saranno interessate dal nuovo framework e l’adozione del framework non impedirà agli stati di lanciare in futuro applicazioni più coinvolte.

Questa funzione (exposure notification, notifica di esposizione al rischio) sta per essere integrata nei sistemi Apple e Google. Già si vede nella beta iOS 13.7 pubblicata ieri da l’azienda di Cupertino. Un passo previsto, annunciato già in primavera dai due big, complementare alle applicazioni adottate dai Governi, come la “nostra” Immuni.

Come prossimo passo nel nostro lavoro con le autorità sanitarie pubbliche sulle notifiche di esposizione, stiamo rendendo più facile e veloce per loro l’utilizzo del sistema di notifiche di esposizione senza la necessità di costruire e mantenere un’applicazione“, riferiscono Apple e Google in una dichiarazione. “Exposure Notifications Express fornisce un’altra opzione per le autorità sanitarie pubbliche per integrare le loro attuali operazioni di ricerca di contatti con la tecnologia senza compromettere i principi fondamentali del progetto di privacy e sicurezza dell’utente“.

Le agenzie di sanità pubblica stanno portando un carico straordinario nella gestione dei contagi“, ha detto Scott J. Becker, CEO dell’Association of Public Health Laboratories (APHL), in una dichiarazione. “Offrire una soluzione chiavi in mano come EN Express può ridurre notevolmente il loro onere ed eliminare molti dei requisiti iniziali per la costruzione di un’app e la configurazione dei server“.

Inoltre il framework consente l’interoperabilità tra gli stati. Ad esempio se siamo all’estero verremmo comunque avvisati tramite una notifica se stiamo entrando in contatto con una persona positiva.

La nuova funzione non sarà attiva per tutti di default, verrà chiesto in fase di aggiornamento se si vorranno attivare le notifiche che avvisano l’utente di essere stato vicino ad una persona che poi ha scoperto di essere positiva.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *