Menu Chiudi

Come isolare il sottotetto per non soffrire più il caldo estivo con questo materiale efficace: applicabile da chiunque

L’isolamento termico del sottotetto è un importante intervento per migliorare l’efficienza energetica della casa. Aiuta a mantenere la temperatura interna della casa costante sia d’estate che in inverno, riducendo la dispersione termica attraverso il tetto e, di conseguenza, il consumo energetico necessario per mantenere la casa calda nei mesi invernali e fresca in quelli estivi. Oggi vorrei proporvi una tipologia di coibentazione facile d a applicare e estremamente efficace. Vediamo di seguito di cosa si tratta.

Cosa mettere nel sottotetto per isolare

Ci sono diverse opzioni di isolamento termico per il sottotetto, tra cui l’utilizzo di materiali isolanti come la lana di vetro, la lana di roccia, la fibra di legno o la schiuma di poliuretano. Il tipo di isolante utilizzato dipende dalle caratteristiche del tetto, dal clima locale e dal budget a disposizione. Oggi voglio parlarvi di un tipo di materiale facilmente applicabile da chiunque, in modo da azzerare il costo della manodopera.

In generale, l’isolamento termico del sottotetto viene realizzato posizionando il materiale isolante tra le travi del tetto o sul pavimento del sottotetto stesso, a seconda della tipologia. Se si vuole rendere il sottotetto abitabile, si applica il materiale isolante sul tetto oppure si applica un materiale abbastanza duro da essere calpestato sulla base.

Cosa usare per isolare un sottotetto non abitabile

Il metodo che sto per proporvi è per isolare una mansarda dall’interno, non abitabile, in quanto il materiale da utilizzare è abbastanza morbido, ma estremamente efficace e facilissimo da applicare per chiunque: la lana di roccia.

Lana di roccia su solaio del sottotetto
Lana di roccia su solaio del sottotetto © Amazon.it Futura Zeta

Quanto dura e quanto isola la lana di roccia

La durata e l’efficacia dell’isolamento in lana di roccia dipendono da diversi fattori, tra cui la qualità del materiale isolante, l’installazione corretta e l’esposizione alle condizioni ambientali. In generale, se l’isolamento è stato installato correttamente e mantenuto in buone condizioni, questo materiale può durare fino a 50 anni o più.
La capacità isolante della lana di roccia dipende dalla sua densità e spessore. In generale, ha un’ottima capacità isolante, con valori di conducibilità termica che variano da 0,035 W/mK a 0,044 W/mK. Questo significa che può fornire un’efficace barriera termica contro il calore in estate e il freddo in inverno.

Ha anche buone proprietà acustiche, poiché può assorbire i suoni e ridurre l’eco in una stanza. Tuttavia, è importante notare che, maneggiare questo materiale senza le adeguate precauzioni,  può essere irritante per la pelle e le vie respiratorie. È quindi importante seguire le istruzioni del produttore e utilizzare l’equipaggiamento di protezione personale necessario durante l’installazione e la manutenzione.

Qual è la differenza tra lana di vetro e lana di roccia

Sono due dei materiali isolanti più comuni utilizzati per l’isolamento termico delle case. La principale differenza tra i due materiali è la loro composizione.
La lana di vetro è prodotta fondendo silice e altri minerali, come la soda e la calce, a temperature molto elevate e poi filando il materiale fuso in sottili filamenti. Questi filamenti sono poi assemblati in pannelli o rotoli. È leggera, flessibile e resistente alla corrosione e alla decomposizione.

La lana di roccia, d’altra parte, è prodotta fondendo rocce vulcaniche come il basalto e la diorite a temperature molto elevate e poi filando il materiale fuso in sottili filamenti. Anche la lana di roccia viene assemblata in pannelli o rotoli. È generalmente più pesante e rigida della lana di vetro, ma ha una capacità isolante simile.
Dal punto di vista dell’isolamento termico, entrambi i materiali sono molto efficaci, con valori di conducibilità termica simili. Tuttavia, la lana di roccia ha una maggiore resistenza al fuoco rispetto alla lana di vetro, il che la rende più adatta per la coibentazione delle mansarde, dove in estate si possono raggiungere temperature abbastanza elevate.

Come isolare il sottotetto dal caldo e dal freddo con la lana di roccia

Per isolare il pavimento del sottotetto con la lana di roccia, è possibile seguire questi passaggi:

  1. Pulire il pavimento: è necessario pulire il pavimento per rimuovere eventuali detriti o residui prima di applicare il materiale.
  2. Misurare lo spazio: Misurare lo spazio in mq da coibentare per determinare quanto isolante sarà necessario. Generalmente, lo spessore consigliato per la lana di roccia varia tra gli 8 e i 15 centimetri. Su Amazon è disponibile questo rotolo di 11,28 mq per 8 cm di spessore, realizzato dalla nota azienda specializzata in isolamento “Futura Zeta, ad un prezzo davvero vantaggioso.
  3. Installare la lana di roccia: srotolare il prodotto in fasce affiancate sul solaio della mansarda, con il lato in carta kraft politenata rivolto verso il basso , ovvero tra solaio e lana minerale.. Assicurarsi che non ci siano spazi vuoti.

Tutto molto semplice vero? Basta srotolare a terra i rotoli, affiancare le fasce per bene e il gioco è fatto, senza la necessità di utilizzare collanti o altri prodotti.
Il video di seguito mostra un chiaro esempio di come isolare il solaio di una mansarda con i rotoli di lana di roccia. Buona visione.

Se invece dei rotoli preferite i pannelli digidi dello stesso materiale, il video di seguito è ciò che fa al caso vostro. Buona visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *