Menu Chiudi

Come evitare che il telefono ci spii e ascolti ciò che diciamo: per Android e iOs

Il telefono ci ascolta. Questa è una preoccupazione che molti di noi hanno avuto almeno una volta. È sorprendente come, dopo aver parlato di un prodotto o servizio, improvvisamente vediamo annunci pubblicitari relativi a quel prodotto sul nostro dispositivo. Questa situazione ha sollevato dubbi sulla sicurezza e sulla privacy dei nostri dati. Fortunatamente, ci sono modi per proteggere la nostra privacy e impedire che le nostre conversazioni vengano ascoltate dai nostri dispositivi.

Il problema delle app che raccolgono dati. Il Garante della Privacy ha recentemente aperto un fascicolo su app che raccolgono dati senza il consenso degli utenti e li rivendono a società commerciali. Queste app, al momento del download, richiedono l’autorizzazione per accedere a microfoni e telecamere, raccogliendo informazioni da vendere a terzi. La maggior parte degli utenti non è consapevole di queste “spie” nelle loro tasche, spesso distratte dalle liberatorie che devono accettare per utilizzare queste applicazioni. Fonte

Come proteggere la tua privacy su Android

Smartphone con un orecchio che ascolta sul display
Smartphone con un orecchio che ascolta sul display © Jeda News

La crescente dipendenza dagli smartphone ha portato a una maggiore preoccupazione per la privacy. Android, essendo uno dei sistemi operativi più utilizzati al mondo, offre diverse opzioni per proteggere la privacy degli utenti. Ecco alcune misure che puoi adottare:

Disattivare l’accesso delle App al microfono: Molte app richiedono l’accesso al microfono per funzionare correttamente, come le app di messaggistica vocale o di registrazione. Tuttavia, alcune app potrebbero non avere una reale necessità di accedere al microfono e potrebbero utilizzarlo per scopi non chiari. È essenziale controllare regolarmente quali app hanno l’accesso al microfono e revocare l’accesso a quelle non essenziali. Come menzionato in precedenza, puoi andare su “Impostazioni”, scegliere “Privacy”, e al suo interno cliccare su “gestisci autorizzazioni” e selezionare “microfono” per decidere quali app possono utilizzare il microfono.

Gestione delle autorizzazioni delle app: Ogni app che installi potrebbe richiedere diverse autorizzazioni, come l’accesso ai contatti, alle foto, alla posizione e ad altre funzionalità. È fondamentale controllare e gestire queste autorizzazioni per garantire che le app non abbiano accesso a più informazioni di quelle necessarie. Oltre al microfono, è fondamentale controllare le autorizzazioni di ogni app. Puoi farlo accedendo alla sezione “Privacy” nelle “Impostazioni” del tuo dispositivo. Qui, potrai vedere e modificare le autorizzazioni di ogni app, come l’accesso alla fotocamera, ai contatti, alla posizione e ad altre funzionalità.

Disattivare la geolocalizzazione: La geolocalizzazione può rivelare la tua posizione esatta in tempo reale. Mentre alcune app, come quelle di navigazione, ne hanno bisogno per funzionare correttamente, altre potrebbero utilizzare queste informazioni per scopi pubblicitari o di tracciamento. È possibile disattivare la geolocalizzazione a livello di sistema o per singole app. Molti servizi e app richiedono l’accesso alla tua posizione. Se non è strettamente necessario, è consigliabile disattivare la geolocalizzazione per proteggere la tua privacy.

Nascondere le notifiche dalla lock screen: Le notifiche possono rivelare informazioni personali, come messaggi o dettagli degli appuntamenti. Nascondendo le notifiche dalla schermata di blocco, si previene la possibilità che queste informazioni vengano visualizzate da chiunque prenda in mano il tuo telefono. È possibile nasconderle dalla schermata di blocco accedendo alle “Impostazioni” e modificando le opzioni relative alle notifiche.

Evitare reti Wi-Fi pubbliche: Le reti Wi-Fi pubbliche, come quelle in caffetterie o aeroporti, sono spesso non protette e possono essere soggette a attacchi “man-in-the-middle”. Utilizzando queste reti, i tuoi dati potrebbero essere intercettati da malintenzionati. È consigliabile utilizzare la connessione dati o reti Wi-Fi protette.

Scaricare app solo dagli store ufficiali: Gli store ufficiali, come Google Play Store, hanno processi di verifica per garantire che le app siano sicure. Scaricando app da fonti non ufficiali, si corre il rischio di installare malware o app compromesse. Evita di scaricare app da fonti non ufficiali o da file APK sconosciuti. Utilizza sempre il Play Store di Google per scaricare e aggiornare le tue app.

Aggiornamenti di sicurezza: I produttori di dispositivi rilasciano regolarmente aggiornamenti di sicurezza per correggere vulnerabilità note. Mantenendo il dispositivo aggiornato, si garantisce una protezione ottimale contro le minacce più recenti. Assicurati di mantenere il tuo dispositivo aggiornato con gli ultimi aggiornamenti di sicurezza rilasciati dal produttore.

Utilizzare VPN: Le VPN (Virtual Private Network) possono aiutare a proteggere la tua privacy online mascherando il tuo indirizzo IP e criptando la tua connessione internet. Una VPN cripta la tua connessione internet, rendendo molto più difficile per chiunque intercettare i tuoi dati. È particolarmente utile quando si utilizzano reti pubbliche o non protette.

Installare un antivirus: Anche se Android ha alcune misure di sicurezza integrate come Play Protect, l’installazione di un antivirus aggiuntivo può offrire un ulteriore livello di protezione. Un antivirus scansiona il tuo dispositivo alla ricerca di malware o comportamenti sospetti. Anche se Android ha misure di sicurezza integrate, un antivirus aggiuntivo può offrire un ulteriore livello di protezione.

Bloccare o nascondere app sensibili: Alcune app contengono informazioni particolarmente sensibili. Utilizzando funzioni di blocco o nascondimento, si può impedire l’accesso non autorizzato a queste app, garantendo che solo tu possa accedervi. Se hai app che contengono informazioni sensibili, come dati bancari o sanitari, considera la possibilità di bloccarle o nasconderle per garantire una maggiore sicurezza.

Seguendo queste raccomandazioni, puoi garantire una maggiore protezione della tua privacy quando utilizzi un dispositivo Android. Ricorda sempre di essere proattivo e di controllare regolarmente le impostazioni di privacy e sicurezza del tuo dispositivo.
La privacy e la sicurezza sono fondamentali nell’era digitale. Adottando queste misure e controllando regolarmente le impostazioni del tuo dispositivo, puoi garantire una maggiore protezione dei tuoi dati personali.

Come proteggere la tua privacy su iOS

iOS, il sistema operativo degli iPhone, è noto per le sue robuste funzionalità di sicurezza e privacy. Ecco alcune misure che puoi adottare per proteggere ulteriormente la tua privacy su un dispositivo iOS:

Proteggere l’accesso ad iPhone:

  • Imposta un codice sicuro: Questo è il primo passo fondamentale per proteggere il tuo dispositivo. Un codice robusto impedisce l’accesso non autorizzato.
  • Usa Face ID o Touch ID: Questi sono metodi biometrici che offrono un modo sicuro e rapido per sbloccare il tuo iPhone, autorizzare acquisti e accedere a molte app.
  • Attiva Trova il mio iPhone: Questa funzione ti aiuta a localizzare il tuo dispositivo in caso di smarrimento o furto e impedisce a chiunque altro di attivarlo o utilizzarlo.

Mantenere sicuro il proprio ID Apple:

  • Il tuo ID Apple è la chiave per accedere a servizi come iCloud, App Store e Apple Music. Assicurati di avere una password forte e di utilizzare l’autenticazione a due fattori.

Rendere l’accesso agli account più sicuro e più semplice:

  • Accedi con le passkey: Questa funzione ti consente di accedere agli account utilizzando Face ID o Touch ID, eliminando la necessità di ricordare le password.
  • Usa “Accedi con Apple”: Questa funzione ti permette di utilizzare il tuo ID Apple per accedere ai tuoi account, offrendo un livello di sicurezza simile all’autenticazione a due fattori.
  • Sostituisci le password deboli: iPhone identifica automaticamente le password deboli o compromesse, suggerendoti di cambiarle.

Gestire le informazioni che condividi con persone e app:

  • Controlla il tracciamento da parte delle app: iOS ti permette di decidere quali app possono tracciare la tua attività su altri siti web e app.
  • Controlla i contenuti che condividi con le app: Puoi gestire i dati che condividi con le app, le informazioni sulla posizione e decidere come Apple ti mostra la pubblicità.

Proteggere la privacy delle tue email:

  • Proteggere le attività su Mail: Attiva l’opzione “Protezione della privacy di Mail” per impedire ai mittenti di rilevare se hai aperto l’email che ti hanno inviato e nascondere il tuo indirizzo IP.

Proteggere la navigazione sul web:

  • Utilizza “Relay privato iCloud”: Questa funzione impedisce ai siti web e ai provider di rete di creare un profilo dettagliato basato sulle tue informazioni.
  • Gestisci la tua privacy su Safari: Safari offre diverse funzionalità per proteggere la tua privacy, come il blocco dei tracker e la navigazione privata.

Proteggere iPhone da attacchi informatici avanzati:

  • Se sospetti che il tuo iPhone sia stato bersaglio di attacchi informatici avanzati, puoi attivare la modalità di isolamento per offrire un livello di sicurezza estremamente elevato.

Seguendo queste raccomandazioni e controllando regolarmente le impostazioni di privacy e sicurezza del tuo iPhone, puoi garantire una maggiore protezione dei tuoi dati personali.
La privacy è fondamentale in un’era digitale. È essenziale essere proattivi e prendere misure per proteggere i nostri dati e le nostre conversazioni. Seguendo i passaggi sopra indicati, puoi garantire che il tuo dispositivo non ti “ascolti” senza il tuo consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *