Menu Chiudi

Come eliminare la muffa dalle pareti in modo sicuro con bicarbonato e aceto

Non servono prodotti chimici dannosi per la salute per eliminare la muffa dalle pareti di casa, a meno che le vostre pareti non siano davvero in condizioni gravi. In tal caso si può risolvere il problema anche con più applicazioni del rimedio antimuffa che sto per proporvi di seguito. Vi basteranno solo due ingredienti, bicarbonato e aceto per eliminare quelle fastidiose macchie nere dai muri in modo sicuro, semplice e soprattutto naturale.

Sono molti coloro che si cimentano nel fai da te per rimuovere la muffa dalle pareti delle loro abitazioni. La soluzione “fatta in casa” più comune per contrastare questo fenomeno riguarda l’utilizzo della candeggina. La candeggina, in termini di efficienza, è un’ottima soluzione per rimuovere le macchie di muffa dalle pareti, pulisce in modo ottimale le zone infestate, disinfetta e sbianca.
Il problema di questo prodotto è che rilascia un odore forte in casa per diverse ore, un odore che fareste meglio a non inalare.

In genere per applicare tale rimedio si forma una miscela composta da 1 parte di acqua e una di candeggina e si strofina sulla zona interessata con un panno in microfibra. Molti per risolvere il problema del forte odore diminuiscono la quantità di candeggina sciolta nell’acqua, ma in questo modo l’efficienza del rimedio viene meno.
Tuttavia esiste un rimedio totalmente naturale ed efficiente tanto quanto la candeggina per eliminare la muffa dalle pareti. Vi basteranno solo 2 ingredienti di uso comune: bicarbonato e aceto. Vediamo come si applica.

L’antimuffa naturale a base di bicarbonato e aceto

Rimozione della muffa con bicarbonato e aceto
Rimozione della muffa con bicarbonato e aceto © YouTube Genial Solver

Per realizzare l’antimuffa naturale per eccellenza avrete bisogno solo di aceto di vino bianco, bicarbonato di sodio purissimo e un panno in microfibra. Il rimedio si applica in due fasi, la prima riguarda l’utilizzo del bicarbonato, la seconda fase l’aceto. Vediamo in dettaglio fase per fase.

Bicarbonato per rimuovere la muffa

Come tutti sanno la muffa è provocata dall’umidità, ed è un problema da risolvere in quanto è dannosa per l’uomo. E’ formata da spore e licheni che possono staccarsi dalle pareti, fluttuare nell’aria ed essere inalati, per questo andrebbe rimossa quanto prima. L’ingrediente naturale per eccellenza in grado di rimuoverla e allo stesso tempo pulire la zona interessata, senza rovinare la vernice sottostante è il bicarbonato di sodio.

Prendete del bicarbonato, mettetene un po’ in una ciotola ed aggiungete gradualmente dell’acqua, mescolando lentamente, fino a creare una pappetta leggermente densa.
Successivamente prendete il panno in microfibra, imbevetelo nel composto e strofinate, non troppo energicamente, sulle zone interessate dalla muffa.
Il bicarbonato, grazie ai granelli al suo interno, agirà come una sorta di scrub sulla parete andando a rimuovere le macchie e allo stesso tempo a pulire la vernice.
Dopo l’applicazione lasciate asciugare la parete per bene per qualche ora, magari aprendo le finestre.

Aceto di vino bianco per rimuovere i batteri

Una volta rimosse le macchie si dovranno eliminare i batteri in modo che la muffa non si riformi, per questo dovrete servirvi dell’aceto di vino bianco. Mettetene quanto ne serve in una ciotola, imbevete il vostro panno e strofinate sulle zone dove precedentemente avete applicato il bicarbonato.
L’aceto è un ottimo disinfettante e serve per uccidere definitivamente i batteri della muffa evitandone la formazione futura.

E’ molto importante ampliare la zona dove strofinare l’aceto. Strofinatelo anche in prossimità delle zone infestate in quanto potrebbero esserci dei batteri in formazione, non ancora visibili. In questo modo scongiurerete del tutto la formazione futura.
Per prevenire in maniera ancora più efficace una eventuale formazione di muffa futura potrete adottare un altro accorgimento che vi descrivo di seguito.

Sale grosso per assorbire l’umidità

Il sale grosso è un ingrediente naturale assorbi umidità per eccellenza. Visto che la muffa è provocata dall’umidità, l’utilizzo di questo ingrediente aiuta a prevenirne la formazione.
Prendete una ciotola, mettete all’interno del sale grosso e poggiatela vicino le pareti dove di solito si forma la muffa. Con il passare dei giorni vedrete che il sale inizierà a sciogliersi e nella ciotola si formerà dell’acqua, che non è nient’altro che l’umidità che si sarebbe formata sulle pareti.
In un articolo vi ho spiegato come realizzare un assorbi umidità fai da te con il sale grosso.

Di seguito vi mostro un video realizzato da “A Casa Di Fabiana” che spiega in modo molto dettagliato i passaggi descritti per rimuovere e prevenire la formazione della muffa con bicarbonato e aceto. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *