Economia

75 euro al mese fino a dicembre 2022: il nuovo bonus in arrivo per i lavoratori

A causa della forte inflazione degli ultimi mesi, la quale ha portato al rialzo dei prezzi e di conseguenza ad una impennata del costo della vita, il governo sta valutando un nuovo aiuto per aiutare gli italiani a fronteggiare al meglio questo periodo: il bonus 75 euro.

Bonus 75 euro
Bonus 75 euro

Si parla infatti da qualche giorno del “bonus 75 euro”, ma più che un vero e proprio bonus si tratterebbe di un taglio temporaneo del cuneo fiscale, ma per i beneficiari la sostanza non cambia. Vediamo perché.
Quando si verifica un taglio del cuneo fiscale, significa sostanzialmente che avviene un taglio delle tasse in busta paga. Questo vuol dire che l’importo lordo della busta paga non cambia, ma varia l’importo netto che appare maggiorato.

Tornando al bonus 75 euro, al momento il governo sta valutando questo nuovo aiuto, che andrebbe ad aggiungersi al bonus 200 euro in arrivo per il mese di luglio 2022. Si tratta in realtà di un taglio provvisorio del cuneo fiscale, quindi delle tasse sugli stipendi dei lavoratori dipendenti, fino al mese di dicembre 2022. Come accennato, questo taglio comporterebbe ad un aumento dello stipendio netto che arriva nelle tasche dei lavoratori.

Il taglio può arrivare fino a 75 euro al mese, e dovrebbe essere riservato ai lavoratori dipendenti con un reddito annuo inferiore ai 35.000 euro. Va precisato che questo aiuto spetta solo ed esclusivamente ai lavoratori, sia del settore pubblico che privato, e non ai pensionati e agli invalidi civili. A queste categorie è invece riservato l’altro bonus previsto, ossia il bonus 200 euro accreditato automaticamente nel prossimo cedolino di luglio.

 

Gaglione Danilo

Sono Gaglione Danilo, un perito tecnico informatico, blogger e web writer. Ho creato io stesso Jeda News e scrivo personalmente i contenuti per il sito. Quella del web writer è una passione che coltivo da tempo. Mi piace scrivere, andare alla ricerca dei retroscena e scoprire la verità.

Condividi
Pubblicato da