Menu Chiudi

5 segni che indicano che il controllo di massa è in rapida evoluzione

Tutto ciò che stiamo vivendo sembra creato per sfruttarci, trasformandoci in lavoratori non pensanti e consumatori-schiavi dell’élite dominante, e pochi di noi sono in grado di sfuggire.
Viviamo in una una società legata a controlli, limitazioni e sanzioni sempre più dirette e indirette. È una rete di influenza che costringe gli individui ad agire e a reagire secondo regole dichiarate e non dichiarate di cui gli individui non si creano.

controllo delle masse

Negli ultimi anni si è senza dubbio verificato un risveglio, e molte più persone stanno diventando consapevoli di quanto profondamente controllate siano le nostre vite, tuttavia, i programmi e le trame in atto per reprimere il nostro sviluppo cosciente diventano sempre più restrittivi con il passare degli anni.
Di seguito 5 esempi che denotano una lampante ascesa del controllo di massa da parte delle élite mondialiste.

1. Il grande salto in avanti della tecnocrazia

Siamo spinti a capofitto verso un futuro tecnocratico, dove l’umanità sarà sconfitta da una dittatura scientifica che invade ogni aspetto della nostra vita privata.

Il nostro futuro senza contanti è quasi arrivato. L’intelligenza artificiale ha il controllo dei mercati finanziari. I robot stanno prendendo il controllo dei posti di lavoro. Gli smartphone seguono ogni nostro movimento e registrano le nostre conversazioni. Le nostre case sono infestate da dispositivi intelligenti, l’internet delle cose, che ora forniscono una sorveglianza diretta per il governo. I nostri cervelli vengono scannerizzati in pubblico e le nostre identità rubate con la biometria.

2. È in corso una rivoluzione culturale

Il circo e la realtà sono ormai indistinguibili l’uno dall’altro. L’identità biologica è stata sconvolta da un pantano confuso di pronomi socialmente preferiti. Il discorso pubblico è impossibile, perché il pensiero razionale e il dibattito educato non sono abbastanza drammatici da attirare la nostra attenzione. La violenza e l’intolleranza sono allietati quando la gente litiga su un video, piuttosto che spezzarli. La cultura del porno è entrata nel mainstream, e la dissolutezza è lodata. La gente è più polarizzata che mai, preferendo le camere d’eco e il pensiero di gruppo alle idee individuali e alla genuina espressione di sé.

3. La guerra permanente è la salute dello Stato – Non si fanno domande

Dall’11 settembre, la guerra permanente orwelliana si è saldamente radicata nella coscienza pubblica, e ora sono così pochi quelli che si preoccupano di affrontare la possibilità di un mondo in pace. La guerra è fondamentale per l’ economia, e senza di essa l’economia crollerebbe. Non c’è dibattito quando si tratta di spese militari, e non c’è nessun forum per rimediare o rinunciare alle lamentele legate al fatto di mettere così tante delle nostre risorse nella distruzione di altre. Non c’è il numero dei nostri soldati, dei nostri nemici, e nemmeno degli innocenti presi nel fuoco incrociato. Non ha più importanza.

4. Le élite fanno quello che vogliono

Le élite sono chiaramente al di sopra della legge, e la legge è ora apparentemente in vigore per la plebe, gli schiavi, per obbedire.
Le élite è libera di saccheggiare e conquistare qualsiasi nazione. I governi aiutano e favoriscono i poteri forti. Molte delle misure prese servono a favorire direttamente o indirettamente le élite, misure quasi tutte atte a favorire a lungo termine un lento ma inesorabile controllo di massa.

5. La dipendenza psicologica dell’individuo verso i farmaci

Alla luce di una crescente epidemia, sta venendo fuori che i medici e stanno facendo una strage trasformando le persone in dipendenti dello stato farmaceutico. L’ansia e la depressione sono più dilaganti che mai, lo stress si sta amplificando in tutti i modi possibili, e l’individuo si perde nel complesso medico industriale che vieta le cure naturali a vantaggio dei farmaci.

Conclusioni

E’ evidente che degli estranei creano il palcoscenico su cui si svolge la nostra vita, e non ci rendiamo mai pienamente conto che il nostro mondo è creato e governato da una mano nascosta. Metaforicamente parlando, gli esseri umani sono usati come batterie, per alimentare i mezzi di sussistenza dei signori superiori, e sono mantenuti acquiescenti da una dettagliata e indulgente falsa realtà.

Ci sono delle catene nascoste che limitano il nostro progresso e guidano il nostro sviluppo, non abbiamo alcuna speranza di realizzare la vera libertà su questa gloriosa terra, nè l’opportunità di vivere una vita gioiosa, significativa e senza restrizioni.
Il piano per catturare le menti coscienti e subcoscienti delle masse, e plasmarle in merci robotiche, obbedienti e impressionabili è quasi completo, e sta a noi liberare la vostra mente e svegliarci prima che sia troppo tardi.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *