Menu Chiudi

WhatsApp: chi possiede questi telefoni non potrà più accedere al profilo

Importanti novità da WhatsApp, l’applicazione di messaggistica istantanea più importante al mondo. Dal 1° novembre 2021 si bloccherà su molti smartphone, milioni di utenti non potranno più accedere al profilo. Su alcuni di questi dovrà essere aggiornato il sistema operativo.

Chat WhatsApp
Chat WhatsApp (Foto pixabay.com)

Come annunciato dallo staff, sin dal prossimo mese WhatsApp non funzionerà più su tutti i telefoni con sistema operativo Android 4.0.4 o precedenti. L’assistenza invita gli utenti a cambiare smartphone per continuare ad utilizzare l’app e quindi poter accedere al profilo, oppure di provare ad aggiornare il sistema operativo dove possibile.
Lo stesso vale anche per chi possiede iPhone con versioni precedenti a iOS 10.

Saranno ancora supportati quindi gli iPhone dalla versione 5 in poi, in particolare: iPhone 5c, 5s, 6, 6 Plus, 6s, 6s Plus e SE.
Molto più ampia la dista dei dispositivi Android sui quali WhatsApp non funzionerà più. Tra le varie case produttrici si stima che su oltre 50 tipi di smartphone l’applicazione smetterà di funzionare.

Perché WhatsApp non supporterà più questi dispositivi

I dispositivi con i sistemi operativi appena riportati sono considerati abbastanza obsoleti e non saranno più in grado di far funzionare il nuovo aggiornamento dell’app.
Ad inizio anno vi ho già parlato di un aggiornamento WhatsApp che ha smesso di funzionare su molti cellulari obsoleti.

L’unica strada percorribile sarebbe quella di cambiare telefono oppure di aggiornarlo, ma non è sempre possibile.
I sistemi operativi che non saranno più supportati risalgono al lontano 2012, così come i telefoni sui quali sono istallati. Sono molti gli utenti che utilizzano ancora cellulari obsoleti.

Come recuperare la cronologia delle chat e il profilo WhatsApp

Nel caso si decida di cambiare dispositivo, lo staff raccomanda di salvare la cronologia delle chat e tutti i dati (audio, video, eccetera)entro il 1° novembre.
WhatsApp, per impostazione predefinita, salva periodicamente tutti i dati sulla memoria interna del telefono, a meno che questa funzione non sia stata disattivata. Inoltre il backup della cronologia chat si può eseguire anche su Google Drive. Questa sarebbe la soluzione migliore in quanto vi evita di trasferire i dati dal vecchio al nuovo dispositivo. Basterà collegarsi alla rete, scaricarsi le chat, accedere al profilo e il gioco è fatto.

Guarda anche: WhatsApp non funziona più su milioni di smartphone: ecco quali↓

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *