Menu Chiudi

Utilizzo del denaro contante e prelievi al bancomat: nuovi limiti, multe fino a 50mila euro

Nuovi limiti sull’utilizzo del denaro contante e sui prelievi sta per andare in vigore, ai trasgressori verranno applicate multe salatissime. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

Prelievo denaro contante dallo sportello automatico
Prelievo denaro contante dallo sportello automatico Foto di RODNAE Productions da Pexels

Molti non sanno che lo scorso anno, dal 1°luglio 2020, è entrata in vigore una legge che limita drasticamente l’utilizzo del denaro contante. La nuova soglia di utilizzo del denaro in contanti, dal 1° luglio 2020 è stata portata a 1999,99 euro, quindi al di sotto dei 2000 euro. Ai trasgressori potrebbe essere applicata una sanzione che parte dai 3000 euro che può arrivare fino a 50 mila euro, in base alla quantità di denaro contante messa in circolazione.

Al di sopra di questo limite, per effettuare un pagamento bisogna obbligatoriamente utilizzare pagamenti effettuati tramite strumenti di tracciamento digitale, come bancomat, carta di credito, bonifico eccetera.
Bisogna precisare che non ci sono problemi riguardo il versamento e il prelievo di soldi in banca, la legge in questione riguarda solo i pagamenti in contanti.

In pratica non si può pagare una persona o un esercizio commerciale, né effettuare una donazione, con denaro contante, se la cifra è superiore a 1999,99 euro.
Per quanto riguarda il prelievo di denaro dalla propria banca non ci sono limiti, tranne per gli sportelli ATM, i quali erogano giornalmente un limite massimo di contante per ogni cliente.

Nel caso si abbia la necessità di prelevare dal proprio conto corrente una cifra abbastanza considerevole di denaro contante, ci si deve recare allo sportello fisico, e possibilmente  contattare prima la banca che potrebbe non avere disponibile sin da subito il denaro da voi richiesto. Come tutti sanno oggi le banche possiedono per la maggior parte denaro digitale, e per l’erogazione di grosse somme di denaro contante potrebbero volerci alcuni giorni.

Per i grossi prelievi di denaro contante non ci sono limiti quindi, ma devi sapere che quel prelievo fa scattare in automatico una segnalazione da parte della banca che potrebbe portare ad un controllo da parte della Guardia di Finanza o dell’Agenzia delle Entrate. La stessa cosa potrebbe accadere nel caso in cui si prelevano giornalmente e costantemente consistenti somme di denaro dagli sportelli automatici Bancomat ATM.

Il limite di 199,99 euro però è destinato ulteriormente scendere, andando così verso una graduale riduzione del denaro contante con il passare degli anni.

I nuovi limiti di utilizzo del denaro contante e le sanzioni alle quali si va incontro

Dallo scorso anno, e per tutto il 2021, la legge stabilisce che non si possono effettuare pagamenti in denaro contante per cifre superiori a 2000 euro. Per pagamenti di importo superiore c’è l’obbligatorietà di utilizzare pagamenti tracciabili. Questo al fine di dare modo al Fisco di verificare la legittimità del pagamento.

Dal 1° gennaio 2022 però il limite di utilizzo del denaro contante verrà praticamente dimezzato. Si passerà dai 2000 euro attualmente in vigore a 1000 euro.
Non si potranno quindi effettuare pagamenti in contanti per beni o servizi superiori a tale soglia. Non si potrà nemmeno donare più di 1000 euro in contanti a nessuno, compresi i propri parenti.

Donazioni superiori a questa cifra dovranno svolgersi tramite strumenti tracciabili, indicando nella causale che trattasi di una donazione. Il rischio nel violare questa soglia è di rientrare nei controllo antiriciclaggio e di esporsi a rischi di contestazione da parte dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre sono previste multe per i trasgressori che vanno da 3000 euro fino a 50mila euro in base alla somma di denaro in contante trasferita. Sanzioni che possono essere applicate sia a chi paga che a chi riceve il denaro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *