Menu Chiudi

Se possiedi dei vecchi gettoni telefonici potresti guadagnarci una fortuna

Con i vecchi gettoni telefonici anni fa ci si potevano fare  solo le chiamate in cabina. Oggi alcuni di questi possono rappresentare una vera e propria fortuna. Potresti inconsapevolmente possedere un gettone telefonico raro. Se possiedi uno di quelli descritti di seguito non esitare a rivenderlo, fanno gola a negozi di antiquariatonegozi di numismatica e collezionisti.

Il periodo in cui utilizzavamo i gettoni telefonici resta solo un lontano ricordo. Con l’avvento degli smartphone i telefoni pubblici sono spariti dalla circolazione, e quindi queste monete non servono più.
Questo però non vuol dire che sono spariti dalla circolazione, potrebbero essere molte le persone che li possiedono in casa, conservati per ricordo.

Bene, se sei una di queste persone, tira fuori i tuoi vecchi gettoni telefonici! Rispolverali e controlla se le versioni in tuo possesso sono tra quelle rare, ricercate e ben pagate che elencheremo di seguito. Se ne dovessi possedere qualcuno di questi non gettarlo in un angolo remoto della tua casa ma fanne buon uso. Potresti guadagnarci un gruzzoletto rivendendolo ad un collezionista, un negozio di numismatica oppure online.

Agli albori della sua nascita una di queste monete valeva appena 30 lire (il costo di una telefonata di un minuto). Man mano che le tariffe telefoniche sono aumentate nel tempo, è salito anche il valore del gettone telefonico. E’ arrivato a toccare la cifra massima di 200 lire di valore, fino alla sua abolizione.
Oggi però, alcuni di questi hanno un valore di mercato ben più alto di quello di alcuni anni fa. Questo in quanto rientrano nella famiglia delle monete rare ricercate dai collezionisti.

I gettoni telefonici dal più alto valore di mercato

Gettoni telefonici

Anche se sono stati aboliti ormai da tempo, non tutti i gettoni telefonici hanno ad oggi un alto valore di mercato. Tale valore dipende dalla sigla (numeretto di 4 cifre impresso su una facciata della moneta) e dall’anno di emissione. Ovviamente anche lo stato di conservazione influisce molto sul valore numismatico di una moneta. Anche se rara e vecchia, una moneta mal conservata non ha alcun valore per i collezionisti. Il valore massimo invece lo hanno le monete in fior di conio (una moneta che non ha praticamente quasi mai circolato).

Nel caso dei gettoni telefonici, la rarità, e quindi l’alto valore numismatico, oltre che dallo stato di conservazione, è determinato dalle sigle a tiratura limitata. Per tiratura limitata si intende una versione della moneta per la quale sono stati stampati pochi pezzi in passato, e quindi difficile da trovare. Una moneta difficile da trovare vale molti soldini in quanto è ricercata dai collezionisti, il concetto è abbastanza semplice.

Vediamo di seguito i gettoni telefonici che valgono di più:

  • il gettone della STIPEL (ex SIP) del 1927, è stato il primo in circolazione in assoluto, ad oggi vale dai 65 agli 85 euro cadauno;
  • quelli con sigla 7110 valgono più di tutti gli altri in quanto sono a tiratura limitata, il valore di mercato è di 70 euro;
  • il 7304 è più recente (fine anni 90) ma molto raro, vale intorno alle 60 euro;
  • quelli con sigla 7704 valgono 50 euro;
  • il gettone con sigla 6505 vale 45 euro;
  • 7607 vale fino a 30 euro cadauno;
  • infine quelli con la sigla 7803 valgono circa 20 euro cadauno.

Teniamo a precisare che quelli sopra elencati sono i valori massimi di mercato dei gettoni telefonici. Valori raggiungibili se in ottimo stato di conservazione, ancora meglio se in fior di conio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *