Menu Chiudi

Molti sbagliano a impostare la temperatura dei termosifoni: bollette elevate e casa fredda, come fare

L’impianto di riscaldamento è un elemento chiave in ogni casa, ma non sempre viene utilizzato nel modo più efficace. La comprensione di come funzionano i radiatori e la corretta regolazione della temperatura possono fare una grande differenza sia nel comfort che nel controllo dei costi. È sorprendente notare come piccole modifiche, come l’adeguata regolazione delle valvole dei termosifoni, possano migliorare notevolmente l’efficienza dell’intero sistema.

In questo articolo, esploreremo i motivi per cui molte persone regolano erroneamente la temperatura dei loro termosifoni, causando spese ingiustificate e una distribuzione del calore inadeguata nelle loro case. Discuteremo l’importanza di una corretta gestione dell’acqua calda nei sistemi di riscaldamento e come una manutenzione regolare dei radiatori possa contribuire a un riscaldamento più efficiente e economico.

Attraverso l’analisi di questi aspetti, sarà possibile comprendere meglio come ottimizzare l’uso dei termosifoni per un riscaldamento efficace ed economico, migliorando così il comfort della propria abitazione senza sprechi inutili.

Adegua con precisione la temperatura del termosifone: così potrai risparmiare sulla bolletta

Innanzitutto, è cruciale settare adeguatamente la temperatura del sistema di riscaldamento, ossia dell’acqua che dovrà circolare nei radiatori. Tale temperatura, in genere, si imposta direttamente sulla caldaia . Pur essendo essenziale mantenere la casa confortevolmente calda, è importante non esagerare nell’uso dei dispositivi di controllo. È fondamentale considerare che non esiste una temperatura ideale universale per ogni abitazione, dato che ogni casa è costruita con caratteristiche uniche. Pertanto, determinare la temperatura ottimale richiede un’attenta valutazione, non essendo qualcosa che si può stabilire immediatamente.

Per ottenere un riscaldamento ottimale, è fondamentale esaminare con cura ogni ambiente della casa. Ciascuna stanza presenta caratteristiche uniche che richiedono un’adeguata regolazione dei termostati in base alle specifiche necessità. Fattori come correnti d’aria o perdite termiche sono aspetti cruciali da considerare. Se vi trovate in difficoltà nella scelta della temperatura ideale, un intervallo tra 60 e 70 gradi potrebbe essere la soluzione adatta. Questo si riferisce in particolare ai termosifoni in ghisa, noti per la loro capacità di accumulare calore lentamente ma di rilasciarlo in modo efficace e rapido.

Nel caso di un impianto di riscaldamento a pavimento, le temperature ideali si aggirano tra i 25 e i 35 gradi per ogni tipo di casa. Questi livelli di calore sono considerati i più efficaci per scaldare un’abitazione in modo ottimale, contribuendo così a ridurre i costi energetici. Fortunatamente, esiste un ulteriore metodo per tagliare le spese senza troppi sforzi. Si tratta della possibilità di regolare anche la caldaia convenzionale. L’acqua calda dovrebbe essere impostata a una temperatura di 50-60 gradi durante l’inverno, mentre la temperatura ideale per la doccia dovrebbe variare tra i 38 e i 42 gradi.

Come impostare le valvole termostatiche sui termosifoni

Regolazione temperatura termosifone
Regolazione temperatura termosifone © Image by macrovector on Freepik

Dopo aver visto la temperatura ideale dell’acqua dell’impianto di riscaldamento vediamo come impostare le valvole termostatiche dei termosifoni stanza per stanza.

Le valvole termostatiche sono uno strumento efficace per gestire il riscaldamento in modo efficiente in ogni stanza della casa, aiutando a risparmiare sulla bolletta. Ecco come impostarle stanza per stanza:

  1. Soggiorno: Di solito è la stanza dove si trascorre più tempo durante il giorno. Una temperatura di circa 20-21°C è ideale. Questo permette un buon comfort senza sprechi di energia.
  2. Cucina: La cucina tende a scaldarsi naturalmente quando si cucina, quindi la valvola termostatica può essere impostata leggermente più bassa, intorno ai 18-19°C.
  3. Camera da letto: Non è necessario un riscaldamento elevato mentre si dorme. Impostare la valvola a circa 16-18°C è solitamente sufficiente per un sonno confortevole.
  4. Bagno: Qui potrebbe essere necessario un po’ più di calore, soprattutto durante l’uso. Una temperatura di 22-24°C è spesso consigliata.
  5. Stanze meno usate: Per le stanze che non vengono utilizzate frequentemente, come una stanza degli ospiti, è possibile impostare la valvola a una temperatura più bassa, circa 15-17°C, per evitare sprechi di energia.
  6. Corridoi e aree di passaggio: Queste aree non richiedono molto riscaldamento. Impostare la valvola a 15-16°C è generalmente sufficiente.

Ricorda che la posizione delle valvole termostatiche è importante. Assicurati che non siano coperte da tende o mobili, in quanto ciò potrebbe influenzare la loro capacità di rilevare correttamente la temperatura ambiente. Inoltre, è importante fare manutenzione regolare per assicurarsi che funzionino in modo ottimale.
Se non sei ancora in possesso di valvole termostatiche. Su Amazon sono disponibili questi termostati digitali per radiatori ad un prezzo davvero vantaggioso.

1 commento

  1. Vito

    Ma per ottenere i 17-22 gradi di riscaldamento dei radiatori in ogni stanza su quale dei 5 livelli delle valvole termostatiche bisogna impostare?
    E come impostare la temperatura della caldaia? Tra i 65 e i 70 gradi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *