Menu Chiudi

Duterte alla polizia: “sparate a chi viola la quarantena”

Rodrigo-Duterte

Anche le Filippine sono state colpite dalla pandemia di coronavirus che sta sconvolgendo il mondo. Finora le Filippine hanno rilevato 2.311 casi di coronavirus e riportato 96 decessi, ma il Paese ha appena iniziato a intensificare i test e quindi si prevede che il numero di infezioni confermate continuerà ad aumentare.

A causa di ciò il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha assunto una posizione durissima nei confronti di chi viola la quarantena  e le misure di distanziamento sociale imposte dal governo: ha ordinato alle forze di sicurezza del Paese di sparare a chiunque causi problemi nelle aree chiuse e non rispetti le norme e le distanze di sicurezza.

Come riportato dall’ ANSA queste le incredibili parole di Duterte: “I miei ordini sono alla polizia e ai militari, compresi i funzionari dei villaggi, che se ci sono problemi o sorge la situazione in cui le persone combattono e la tua vita è in pericolo, di sparare e uccidere. Invece di causare problemi, ti manderò nella tomba”.

Ma il capo della Polizia, Archie Gamboa ha lasciato intendere che i suoi agenti non ubbidiranno a quest’ordine. Queste le sue parole:
“Probabilmente il presidente ha dato troppa importanza all’applicazione della legge in questo momento di crisi”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *