Menu Chiudi

Come riciclare l’olio del tonno in scatola: gli usi alternativi che non immagineresti mai

Una volta estratto il tonno, buttate l’olio contenuto nella scatoletta vero? E’ una abitudine totalmente sbagliata! E’ deleterio per l’ambiente, in alternativa invece può essere riutilizzato in molti altri modi, ma sono in pochi a saperlo. Vediamo come riciclare l’olio del tonno in scatola e come può essere riutilizzato.

Riciclare olio del tonno in scatola
Riciclare olio del tonno in scatola

Dopo aver aperto del tonno in scatola, quasi tutti separiamo l’olio all’interno gettandolo nel lavandino, ma questa non è una abitudine corretta, anzi. L’olio del tonno in scatola, una volta finito nelle fogne o nelle fosse biologiche inquina l’ambiente, come tutti gli altri oli. Per non parlare del fatto che, a lungo andare, crea una patina grassa nelle tubature degli scarichi. Col tempo la massa grassa aumenta fino ad intasarli. Inquina ancora peggio quando lo si getta a terra in spazi esterni.

Indice

Come smaltirlo

Come tutti gli altri oli di scarto, anche questo andrebbe smaltito come previsto dalla legge, e non gettandolo nel lavandino.  Visto che si tratta di un rifiuto speciale, andrebbe filtrato (per eliminare i piccoli residui di tonno) e versato in un apposito contenitore. Successivamente va lasciato raffreddare e portato all’isola ecologica più vicina.

Secondo i dati di ricerca proposti dall’Associazione Nazionale Dietisti circa il 90% degli italiani compra scatolette di tonno. Quindi immaginate quanti litri e litri di olio finiscono negli scarichi fognari, provocando seri danni ambientali al suolo, falde acquifere, mari, fiumi e laghi.
Il fatto è che quasi tutti considerano questo come un rifiuto domestico. Non è affatto uno scarto del quale bisogna liberarsene a tutti i costi, potrebbe rivelarsi una risorsa preziosa e utile in molte situazioni.

L’olio presente nelle scatolette di tonno viene quasi sempre scartato. Viene visto come un rifiuto dal quale bisogna liberarsene, ma bisogna considerare che potrebbe essere utile in molte situazioni. Va ricordato che l’olio in generale è un ottimo lubrificante ed è altamente infiammabile, fattori che ne determinano il riutilizzo.

Prima di riciclare l’olio presente nelle scatolette di tonno è possibile conservarlo anche per lunghi periodi. Andrebbe filtrato per bene, versato in un contenitore chiuso ermeticamente (meglio un barattolo di vetro) e congelato. Con questa pratica è possibile riutilizzarlo anche dopo anni.

Come riciclare l’olio del tonno in scatola

Vediamo di seguito tutti i modi in cui è possibile riciclare l’olio del tonno in scatola,  esso è adatto per:

  • condire pietanze;
  • condire cibo per cani e gatti;
  • realizzare un unguento naturale per la pelle;
  • data l’alta infiammabilità si potrebbe utilizzare come combustibile biologico altamente sostenibile.

Adatto per condire pietanze.
E’ ottimo per condire alcune pietanze essendo naturalmente aromatizzato dal contatto col tonno. Inoltre, nel tonno in scatola, dal punto di vista organolettico e nutrizionale l’olio di oliva non si altera. Quindi mantiene tutte le proprietà nutrizionali. In aggiunta, a contatto con il tonno, il liquido ingloba anche DHA (un acido grasso polinsaturo della serie Omega-3, quindi sano) e vitamina D. Due sostanze molto salutari, che tuttavia in natura non sono presenti nell’olio d’oliva.

Quindi riutilizzatelo ad esempio per condire la pasta in bianco, insalate, bruschette o focaccine da aperitivo. Potete anche in alternativa sostituirlo al semplice olio d’oliva.

Condire cibo per cani e gatti.
Ai vostri animali domestici, specie ai gatti, non dispiacerà affatto se condite le loro crocchette o altro cibo per animali con dell’olio al tonno. Donerà alla pietanza un aroma speciale.

Unguento naturale per la pelle.
Per coloro che si depilano utilizzando la lametta, l’olio di tonno è un ottimo lubrificante che rende questo processo meno invasivo. Ungete la vostra pelle prima di radervi e vedrete che scivolerà meglio evitando il rischio di irritazioni. Ovviamente  dopo fate una bella doccia per togliere l’odore di tonno 🙂 .

Ottimo lubrificante naturale.
L’olio in se è un ottimo lubrificante naturale, e quello di tonno non fa eccezione. Potete utilizzarlo per lubrificare qualsiasi cosa: bulloni, viti, attrezzi da lavoro eccetera.
Inoltre se risiedete in una zona dove in inverno c’è quasi sempre presenza di neve, l’olio del tonno in scatola è adatto per lubrificare la pala che utilizzate per spalare la neve. Fa in modo che questa non si attacchi alla pala facendola scivolare senza problemi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *