Menu Chiudi

Come riciclare gli albumi d’uovo avanzati: gli usi alternativi che non immagineresti mai

Dopo aver preparato una ricetta in cui sono richiesti solo i tuorli, buttate via gli albumi d’uovo nello scarico vero? Non c’è nulla di più sbagliato! Sono una preziosa risorsa dagli innumerevoli utilizzi, ma in pochi lo sanno. Vediamo come riciclare gli albumi avanzati e tutti gli usi alternativi che sicuramente non conosci.

riciclare albumi avanzati
Riciclare albumi avanzati – screenshot YouTube canale: ReginaCucina

Quasi tutti siamo abituati a gettare nello scarico del lavandino o nel water gli albumi d’uovo avanzati che non ci servono. Dopo aver preparato una ricetta in cui viene utilizzato solo il tuorlo d’uovo, cosa ne facciamo dell’albume avanzato? Gettarlo nel lavandino non è l’idea migliore. Essendo abbastanza denso e viscoso va a depositarsi curva a a U delle tubature. Oltre a provocare l’intasamento dello scarico, a causa del ristagno, potrebbe trasformarsi in microorganismi batterici e provocare incrostazioni difficili da eliminare.

Purtroppo non esiste altro modo di smaltire gli albumi oltre a quello di gettarli in uno scarico, a terra sul prato o nell’orto. Non vanno gettati nell’umido e neppure nell’indifferenziato. Inoltre non esiste uno smaltimento appositamente dedicato, per questo vale la pena riciclarli.

La conservazione

Prima di scoprire come riciclare albumi è opportuno sapere come vanno conservati. A meno che non si abbiano sin da subito le idee chiare su cosa farne, sarebbe opportuno conservarli per poi utilizzarli in un secondo momento.
Appena usciti dal guscio delle uova, gli albumi si possono conservare in frigo, in un contenitore chiuso ermeticamente, per un massimo di 2-3 giorni.

Qualora si decidesse di conservarli per un periodo maggiore, si possono mettere in freezer e quindi congelarli. Il consiglio è comunque sempre quello di utilizzarli nel più breve tempo possibile. Se congelati riutilizzateli al massimo dopo un paio di mesi.
Vanno successivamente scongelati in frigo (scongelamento lento), oppure se avete poco tempo a disposizione nel microonde tramite la funzione  di scongelamento/defrost.

Non scongelate gli albumi nel microonde se questo non ha la funzione di defrost, e quando lo fate, state molto attenti a non cuocerli.
Vediamo di seguito come riciclare albumi avanzati nei migliori modi possibili.

Come riciclare gli albumi avanzati

Gli albumi avanzati vengono spesso visti come un rifiuto, ma potrebbero rivelarsi una preziosa risorsa utile per molte cose.  Dopo aver scoperto i metodi di conservazione, potete utilizzarli come e quando volete. Vediamo dei modi efficaci per utilizzare l’albume dell’uovo in casa.

Preparare gustose ricette.
Tutti conoscono l’utilità di questo ingrediente per preparare innumerevoli ricette, dolci eccetera. Non basterebbe un libro intero di cucina per descrivere tutte le pietanze che si possono preparare con l’albume. Pietanze che lo vedono sia come protagonista che come ingrediente complementare. Ebbene è possibile utilizzare questo ingrediente in cucina anche dopo la conservazione ottenendo gli stessi identici risultati.

Una volta messi da parte gli albumi inutilizzati, prima di conservarli segnatevi il numero di uova che avete sgusciato. In questo modo potrete regolarvi nel dosaggio per una successiva ricetta.

E’ un ottimo fertilizzante naturale.
Con gli albumi è possibile realizzare un fertilizzante naturale fai da te per le vostre piante da appartamento. Versate un albume in 125 ml d’acqua e mescolate il composto 2 o 3 volte al giorno per 5 giorni. Arrivati al quinto giorno aggiungete un altro litro d’acqua al composto e annaffiate le vostre piante. Otterrete risultati straordinari.

Lucidare le piante.
Montate l’albume a neve, immergetevi un batuffolo di cotone leggermente imbevuto in acqua e strofinatelo sulle foglie delle vostre piante da appartamento. Otterrete foglie lucidissime. Non strofinate mai il batuffolo sulla parte inferiore della foglia ma solo sulla parte superiore, e solo se questa è liscia. Non utilizzate questo rimedio su piante a foglia ruvida.

Collante naturale.
In pochi sanno che che il bianco d’uovo è anche una colla impermeabile e resistente all’umidità. Anni addietro veniva addirittura utilizzato per incollare le etichette sulle bottiglie di vetro.
Può essere utilizzato al posto della vinavil per fare la cartapesta, o per incollare più fogli di carta o cartone, basta pennellarlo abbondantemente.
Infine mescolandolo con la calce in modo da ottenere una pasta densa, si viene a creare una colla ad altissime prestazioni in grado di incollare qualsiasi tipo di oggetto rotto.

Impermeabilizzante per carta e cartone.
Se si vuole rendere impermeabile un foglio di carta o cartone, basta passare a pennello almeno tre mani di albume e lasciare asciugare tra una mano e l’altra. Otterrete un foglio non proprio plastificato, ma quasi.

Lucidare il legno.
Con il passare del tempo il legno si opacizza e perde quasi del tutto la sua lucentezza. Per ridargli la vivacità e renderlo nuovamente brillante basterà strofinare una pezzetta leggermente imbevuta con l’albume d’uovo.

Proteggere e lucidare il cuoio.
Come il legno, anche il cuoio con il tempo perde la sua lucentezza. Montate l’albume a neve con una frusta, immergetevi uno straccio di cotone asciutto e strofinatelo in modo circolare su borse, cinture o altre superfici in cuoio. Non smettete mai di strofinare, vedrete che l’albume si asciugherà diventando abrasivo. Procedete fino a quando, grazie alla sua abrasività, siete riusciti a togliere tutto lo sporco dal cuoio ridonandogli lucentezza.

Arrivati a questo punto si formerà un a patina protettiva. Asciugate con un panno morbido leggermente umido così da non eliminare la patina protettiva che si sarà formata.
Ecco spiegato come come riciclare gli albumi avanzati in casa e giardino.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *