Menu Chiudi

Come fanno i call center ad avere il nostro numero di cellulare? La risposta

I call center, questi fastidiosissimi enti che ci chiamano ad ogni ora del giorno sono l’incubo di molti italiani. Riceviamo chiamate sul numero fisso negli orari in cui la probabilità che ci fosse qualcuno in casa è maggiore (a pranzo, a cena e la sera). Ma ultimamente i call center ci infastidiscono anche sui numeri di cellulare, la domanda che nasce spontanea è: come fanno ad avere il nostro numero di cellulare se questo è privato? E’ il nostro operatore telefonico a renderlo pubblico?

call center operatore telefonico
Call center operatore telefonico – screenshot canale YouTube: La7 Attualità

Quei fastidiosissimi call center

Veniamo contattati telefonicamente da aziende, spesso anche colossi, che cercano di vendere prodotti e servizi, sia via telefono fisso che mobile. Per una azienda entrare in possesso dei dati relativi alla telefonia fissa è abbastanza semplice, basta consultare l’elenco telefonico e le pagine gialle. Ma come fanno ad avere i dati di telefonia mobile se questi sono privati?

Da bologna, Roma, Milano eccetera, ci chiamano sul cellulare e conoscono anche il nostro nome. Nella maggior parte dei casi cercano di venderci prodotti o servizi come tariffe energetiche di luce e gas, offerte telefoniche, trading online, e investimenti. E’ evidente che i call center entrano in possesso di pacchetti di dati che violerebbero la privacy degli utenti. E’ legale tutto ciò? Sarà mica il nostro operatore telefonico a fornirglieli?

Il tuo operatore telefonico fornisce i dati a terzi?

La risposta a questa domanda non è del tutto scontata.
Spesso nella vita ci capita di firmare almeno un contratto di telefonia, fornitura energetica come luce e gas o altre tipologie di contratti. Durante la compilazione delle domande di adesione inseriamo quasi sempre il nostro numero di cellulare e autorizziamo il trattamento dei nostri dati personali.

E’ proprio questo il punto! Dando all’azienda il consenso al trattamento dei nostri dati personali queste, se specificato nel contratto nell’area dedicata alla privacy, si sentono autorizzate a telefonarci nuovamente in futuro oppure, nella peggiore delle ipotesi, a cedere in nostro numero ad aziende terze.
Dall’altra parte ci sono aziende che comprano e vendono pacchetti di dati personali, e il gioco è fatto, a discapito della privacy degli utenti.

Ma, come sopra specificato siamo noi, nero su bianco, ad autorizzare il trattamento dei nostri dati, quindi il tutto si svolge in maniera legale anche se a discapito della nostra privacy. Quindi in realtà non è il nostro operatore telefonico a fornire il nostro numero di cellulare a terzi, queste aziende ottengono i nostri dati in modo indiretto.

Tra queste aziende ci sono i call center, che ottengono in questo modo blocchi di dati personali che utilizzano per tempestarci di telefonate. Per non parlare delle numerose truffe telefoniche di cui, molto spesso, sono direttamente responsabili.

Il caso dell’operatore telefonico Ho mobile

A volte questa fuga di dati si verifica anche per attacchi informatici ai database dell’operatore telefonico stesso, come il recente caso di Ho mobile.
BANK Security in un TWEET sul tuo profilo ufficiale Twitter ha dichiarato che l’operatore telefonico ho mobile avrebbe subito un attacco hacker in cui sarebbero stati rubati i dati personali e telefonici di 2,5 milioni di utenti italiani.

L’intero pacchetto di dati Sarebbe stato messo in vendita sul Dark Web, pronto per essere acquisito da aziende che intendono utilizzarli. Inoltre per questi utenti esisterebbe anche il rischio che la loro scheda SIM possa essere clonata, visto che tra i dati rubati vi sono tutte le informazioni per poterlo fare. Per questo Ho mobile ha attivato il servizio di sostituzione gratuita della SIM per questi clienti.

Come risolvere il problema

Per non essere infastiditi dai call center è possibile iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni. Se vuoi tutelare la tua privacy e non ricevere più chiamate commerciali o promozionali sul tuo numero di cellulare o telefono fisso iscriviti a tale registro. La mancata iscrizione fa invece valere il principio del silenzio-assenso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *