Menu Chiudi

Come evitare che la muffa si riformi con la pittura termica anticondensa: cos’è e come si applica

La pittura termica anticondensa per interni è una soluzione ideale per chi vuole mantenere l’umidità all’interno della propria abitazione sotto controllo e prevenire la formazione di muffe e condense sui muri. Questo tipo di vernice è formulata con speciali additivi che aiutano a regolare il tasso di umidità presente nell’aria, mantenendo così un ambiente confortevole e salubre. Inoltre, è in grado di trattenere il calore all’interno della stanza, migliorando l’efficienza energetica dell’edificio e contribuendo a ridurre le emissioni di CO2. Facile da applicare e durevole nel tempo, questo tipo di pittura rappresenta una soluzione efficace e conveniente per chi vuole prendersi cura della propria abitazione.

Come funziona e cosa contiene

La pittura termica anticondensa è formulata con speciali additivi che aiutano a regolare il tasso di umidità presente nell’aria, evitando così la formazione di muffe e condense sui muri.
È possibile che la pittura termica da interno contenga microsfere. Le microsfere sono piccole sfere di vetro o polistirene espanso che vengono aggiunte alla pittura per conferirle determinate proprietà. Ad esempio, le microsfere di vetro possono essere utilizzate per migliorare la resistenza all’acqua della pittura e conferirle delle proprietà isolanti, mentre quelle di polistirene espanso possono essere utilizzate per aumentarne l’isolamento termico.

È importante sottolineare che le microsfere vengono utilizzate in piccole quantità e non hanno alcun effetto sulla qualità o sulla sicurezza della pittura. Esse vengono aggiunte in modo tale da conferirle proprietà specifiche senza alterarne le caratteristiche di base.
Quando questa vernice viene applicata sulla superficie, crea una barriera che impedisce all’aria fredda di entrare in contatto con i muri caldi, evitando così la formazione di condensa. Inoltre, è in grado di assorbire l’umidità in eccesso presente nell’aria, mantenendo così l’ambiente asciutto e confortevole.

È importante sottolineare inoltre, che la pittura termica  non è in grado di eliminare completamente la condensa dall’aria. Tuttavia, essa può aiutare a ridurne la quantità, prevenendo così la formazione di muffe e altri funghi. Inoltre, la pittura termica anticondensa è in grado di trattenere il calore all’interno della stanza, migliorando l’efficienza energetica dell’edificio e contribuendo a ridurre le emissioni di CO2.

Quando usare la pittura termica

Applicazione pittura termica anticondensa
Applicazione pittura termica anticondensa © YouTube Tecnostuk srl

La pittura termica da interno può essere utilizzata in diversi casi, ad esempio quando si vuole:

  • Prevenire la formazione di muffe e condense: è in grado di regolare il tasso di umidità presente nell’aria e di evitare la formazione di muffe e condense sui muri, mantenendo così l’ambiente salubre e confortevole. Questo è particolarmente importante in quei luoghi della casa che sono soggetti a umidità eccessiva, come il bagno o la cucina.
  • Migliorare l’isolamento termico: è in grado di trattenere il calore all’interno della stanza, aumentando l’efficienza energetica dell’edificio e contribuendo a ridurre le emissioni di CO2. In questo modo, si può risparmiare sulla bolletta delle utenze e fare un gesto a favore dell’ambiente.
  • Rinnovare gli ambienti della casa: può essere utilizzata per rinnovare l’aspetto degli ambienti della casa, scegliendo il colore più adeguato alle proprie preferenze. In questo modo, si può dare un tocco di freschezza e personalità alla propria abitazione.
  • Nascondere piccole imperfezioni o difetti: è in grado di coprire piccole imperfezioni o difetti presenti sui muri, donando un aspetto uniforme e piacevole agli ambienti della casa. Questo può essere particolarmente utile in quei casi in cui i muri presentano piccole crepe o imperfezioni dovute all’età o a danni accidentali.

In generale, la pittura termica da interno può essere utilizzata in qualsiasi ambiente interno della casa in cui si vogliano ottenere i benefici di cui abbiamo parlato. Tuttavia, è sempre consigliabile seguire le istruzioni del produttore e chiedere il parere di un esperto prima di procedere con la sua applicazione.

Quanto costa una buona pittura termica

Il costo di una buona pittura termica può variare in base a diversi fattori, come il produttore, la qualità del prodotto e la quantità di pittura necessaria. In generale, però, si può dire può oscillare intorno ai 10 euro al litro.
È importante sottolineare che il prezzo non è l’unico fattore da considerare quando si sceglie questo tipo di vernice. È altrettanto importante valutare la qualità del prodotto e le sue specifiche tecniche, in modo da scegliere la pittura più adeguata alle proprie esigenze.

Inoltre, è sempre consigliabile confrontare i prezzi di diverse marche e produttori prima di effettuare l’acquisto, in modo da trovare la pittura termica più conveniente senza rinunciare alla qualità. Inoltre, è possibile cercare online o chiedere consiglio a un esperto per trovare quella più adeguata alle proprie esigenze e al proprio budget.
A mio parere, in base ad esperienze personali, la migliore pittura termica che mi sento di consigliare è la MaxMeyer Thermo Active, è la più venduta su Amazon, dove si può acquistare la confezione da 4 lt.

Un’altra ottima vernice termica, con un ottimo rapporto qualità prezzo è la San Marco Superconfort. Questa è una di quelle vernici contenenti microsfere di vetro cave, idonea per la verniciatura di pareti soggette a forte umidità e condensa superficiale. Il prezzo di questa pittura si aggira intorno ai 12 euro al litro, online è acquistabile la confezione da 10lt.
Di seguito vi mostro un video realizzato da Home Technology che spiega in dettaglio tutti i vantaggi dell’utilizzo di questa speciale vernice. Buona visione.

Come si applica

Per applicare la pittura termica da interno, è necessario seguire alcuni semplici passi:

Preparare la superficie: è importante che la superficie su cui verrà applicata la pittura sia perfettamente pulita e asciutta, altrimenti la pittura potrebbe non aderire correttamente o presentare difetti. È quindi necessario rimuovere eventuali vecchie pitture o carte da parati e assicurarsi che i muri siano privi di polvere, muffe o altri detriti.
In un recente articolo vi ho già parlato di come eliminare la muffa senza utilizzare prodotti nocivi.

Diluire la pittura
: se la pittura è troppo densa o difficile da stendere, è possibile diluirla con un diluente per vernici o con acqua, seguendo le istruzioni del produttore. Diluire la pittura può aiutare a rendere il processo di applicazione più facile e a ottenere un risultato più uniforme.

Stendere la pittura: per stendere la pittura in modo uniforme e senza lasciare ditate o altri difetti, è importante seguire alcune semplici regole. Innanzitutto, è consigliabile partire dall’alto verso il basso e procedere in piccole sezioni, in modo da evitare che la pittura si asciughi troppo in fretta. Inoltre, è importante utilizzare un pennello o un rullo di buona qualità e mantenerli puliti durante l’applicazione. Infine, assicurati di rimuovere eventuali ditate o altri difetti prima che la pittura si asciughi del tutto.

Di seguito è riportato un video di “Daniele il fai da te” che mostra tutti i passaggi per applicare la pittura termica anticondensa in modo da ottenere un ottimo risultato. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *