Menu Chiudi

Assegno unico per i figli a carico: importo, requisiti e come funziona

assegno unico figli a carico

L’assegno unico universale per i figli a carico è un aiuto per i genitori italiani proposto dal governo. Il provvedimento è stato approvato ieri all’unanimità alla Camera con 452 voti favorevoli, e potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione nel welfare.
La Camera ha dato l’ok unanime alla delega per riordinare, semplificare e potenziare le misure relative al sostegno dei figli a carico attraverso l’Assegno unico figli a carico. Il testo passa ora all’esame del Senato.

Si tratta dell’introduzione di una nuova forma di sostegno universale che accompagni la famiglia nel tempo, mese dopo mese fino al compimento dei 21 anni del figlio, qualora rimanga a carico dei genitori e per sempre in caso di figli con disabilità.
L’idea è quella di un assegno mensile destinato alle famiglie con figli che venga versato mensilmente dal settimo mese di gravidanza al compimento del 21esimo anno di vita dei figli.

L’ assegno unico fa parte del Family Act  ossia un disegno di legge recante «Deleghe al governo per l’adozione dell’assegno universale e l’introduzione di misure a sostegno della famiglia» approvato lo scorso 11 giugno dal Consiglio dei ministri, ed è un aiuto soprattutto alle famiglie numerose visto che dal terzo figlio è prevista una maggiorazione dell’importo.

L’assegno potrebbe partire ufficialmente già da gennaio 2021 e potranno accedere al contributo i genitori di figli dal settimo mese di gravidanza sino al compimento del ventunesimo anno di età.

Con tutta probabilità l’assegno unico sarà legato all’Indicatore della situazione economica equivalente, meglio conosciuto come Reddito ISEE. A tutti coloro che vorranno ottenere l’assegno unico sarà pertanto richiesto di avere una “Dichiarazione Sostitutiva Unica” in corso di validità, che è il primo passo per ottenere dall’INPS il valore ISEE. In base al valore ISEE, e tenendo conto dell’età dei figli a carico, verrà definito l’importo dell’assegno unico universale da erogare alle famiglie.

L’ammontare della cifra dell’assegno unico oscilla tra i 200 ed i 250 euro mensili. Sarà superiore la cifra per le famiglie che hanno figli disabili, quantificata tra il 30% ed il 50% in più dell’importo base. Previsto infine un aumento del contributo per chi ha tre o più figli.
Inoltre l’importo dell’assegno universale 2021 è compatibile e quindi cumulabile con il Reddito di Cittadinanza e non concorre alla formazione del reddito imponibile, né ai fini delle prestazioni a sostegno del reddito.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *