Menu Chiudi

Addio alla bolletta del gas con i pannelli radianti a infrarossi: un sistema efficace per scaldarsi risparmiando

Hai mai sentito parlare dei pannelli radianti a infrarossi? Si tratta di un sistema poco conosciuto che sta prendendo piede dall’inizio del periodo del caro energia. Questi pannelli permettono di riscaldare casa con poca spesa e massima resa e possono essere utilizzati sia in sostituzione all’impianto di riscaldamento che come aiuto per risparmiare sulla bolletta. Vediamo di seguito cosa sono, come si usano, vantaggi, svantaggi e l’effettivo consumo di energia basato su alcuni test.

Cosa sono i pannelli radianti a infrarossi

I pannelli radianti a infrarossi sono sistemi di riscaldamento che utilizzano la radiazione infrarossa per trasmettere calore agli oggetti e alle persone nell’ambiente in cui vengono installati. Funzionano attraverso l’emissione di raggi infrarossi, che vengono assorbiti dai corpi presenti nell’ambiente e trasformati in calore. Questi pannelli sono spesso utilizzati come alternativa ai sistemi di riscaldamento tradizionali, come le caldaie a gas o le stufe elettriche, perché offrono una maggiore efficienza energetica e una distribuzione più omogenea del calore. Inoltre, possono essere installati facilmente in qualsiasi ambiente, anche in quelli dove non è possibile installare altri tipi di riscaldamento.

Pannello radiante a infrarossi
Pannello radiante a infrarossi © YouTube better cal Al

Sono disponibili in diverse forme e dimensioni, e possono essere alimentati a elettricità, a gas o a energia solare. Sono anche molto versatili e possono essere utilizzati sia per il riscaldamento di ambienti interni che per il riscaldamento di aree all’aperto, come terrazze e giardini. Vediamo di seguito ulteriori dettagli sul loro funzionamento.

Funzionamento

Un pannello radiante a infrarossi funziona emettendo raggi infrarossi, che sono una forma di radiazione elettromagnetica con una lunghezza d’onda più lunga rispetto alla luce visibile. Questi raggi vengono assorbiti dai corpi presenti nell’ambiente, trasformandosi in calore.
Il calore viene quindi trasmesso agli oggetti e alle persone presenti nell’ambiente, riscaldandoli. I pannelli radianti a infrarossi sono particolarmente efficaci nel riscaldare le persone, perché il calore viene trasmesso direttamente al corpo umano, anziché riscaldare l’aria dell’ambiente.

Sono alimentati a elettricità, a gas o a energia solare, a seconda del modello. Una volta che vengono accesi, emettono raggi infrarossi che vengono assorbiti dai corpi presenti nell’ambiente, trasformandosi in calore. La quantità di calore emessa dal pannello può essere regolata attraverso un termostato o un timer, in modo da ottenere la temperatura desiderata nell’ambiente.
Sono molto efficienti dal punto di vista energetico, perché trasmettono il calore direttamente agli oggetti e alle persone presenti nell’ambiente, anziché riscaldare l’aria dell’ambiente. Infine, sono facili da installare e possono essere utilizzati sia per il riscaldamento di ambienti interni che per il riscaldamento di aree all’aperto.

Come si usano i pannelli radianti a infrarossi

I pannelli radianti a infrarossi sono facili da usare e possono essere installati facilmente in qualsiasi ambiente, sia interno che esterno. Vediamo di seguito alcuni passaggi per utilizzarli al meglio.

Scegli il pannello radiante a infrarossi adatto alle tue esigenze

Questi pannelli sono disponibili in diverse forme, dimensioni e alimentazioni (elettricità, gas o energia solare). Scegli il modello più adatto alle tue esigenze e al tipo di ambiente in cui desideri installarlo. Ad esempio, se vuoi riscaldare una grande stanza, potresti optare per un pannello di grandi dimensioni. Se invece vuoi riscaldare solo un piccolo spazio, potresti scegliere un pannello di dimensioni più piccole. Inoltre, considera l’alimentazione del pannello. Se l’ambiente in cui lo vuoi installare non è dotato di una presa di corrente, potresti optare per un pannello radiante a infrarossi alimentato a gas o a energia solare.

Installazione

Possono essere installati facilmente su pareti o soffitti, a seconda del modello. Seguire attentamente le istruzioni di installazione fornite dal produttore per assicurare una corretta installazione. Ad esempio, potrebbe essere necessario perforare la parete o il soffitto per fissare il pannello radiante a infrarossi. In questo caso, assicurati di utilizzare materiali di fissaggio adeguati e di seguire le istruzioni per evitare di danneggiare la struttura.

Accensione

Una volta che il pannello radiante a infrarossi è stato installato, basta accenderlo per iniziare a riscaldare l’ambiente. La quantità di calore emessa dal pannello può essere regolata attraverso un termostato o un timer, in modo da ottenere la temperatura desiderata nell’ambiente. Se il pannello è alimentato a elettricità, basta collegarlo alla presa di corrente e accenderlo. Se invece è alimentato a gas, dovrai accendere il bruciatore con un accenditore o un accendigas.

Regola il calore a seconda delle tue esigenze

È possibile regolare la quantità di calore emessa dal pannello radiante a infrarossi attraverso un termostato o un timer. Aumentare o diminuire la temperatura desiderata a seconda delle tue esigenze. Ad esempio, se vuoi riscaldare l’ambiente rapidamente, puoi aumentare la temperatura del pannello. Se invece vuoi mantenere una temperatura più bassa, puoi diminuire la temperatura del pannello.

Spegnimento

Una volta che hai finito di utilizzare il pannello, ricorda di spegnerlo per risparmiare energia. Se il pannello è alimentato a gas, assicurati di spegnerlo completamente prima di uscire dall’ambiente. Se invece è alimentato a elettricità, basta scollegarlo dalla presa di corrente. In alternativa puoi applicare un timer sulla presa di corrente in modo da regolare accensioni e spegnimenti in basa alle fasce orarie.

Vantaggi e svantaggi dei pannelli radianti a infrarossi

I pannelli radianti a infrarossi presentano diversi vantaggi e svantaggi, che devono essere considerati quando si valuta l’opportunità di utilizzarli come sistema di riscaldamento.

Vantaggi:

  • Efficienza energetica: trasmettono il calore direttamente agli oggetti e alle persone presenti nell’ambiente, anziché riscaldare l’aria dell’ambiente. Questo li rende molto efficienti dal punto di vista energetico, poiché il calore viene utilizzato in modo più efficiente con meno spreco di energia.
  • Distribuzione omogenea del calore: emettono calore in modo omogeneo, senza creare correnti d’aria o variazioni di temperatura nell’ambiente. Ciò rende il riscaldamento più confortevole per le persone presenti nell’ambiente.
  • Facilità di installazione: possono essere installati facilmente in qualsiasi ambiente, sia interno che esterno. Non richiedono l’installazione di tubi o canali di distribuzione del calore, come avviene con i sistemi di riscaldamento a radiatori.
  • Versatilità: sono disponibili in diverse forme e dimensioni, e possono essere alimentati a elettricità, a gas o a energia solare. Ciò li rende molto versatili e adatti a diverse esigenze e ambienti.

Svantaggi:

  • Costo iniziale: possono essere più costosi dei sistemi di riscaldamento tradizionali, come le caldaie a gas o le stufe elettriche. Tieni presente però che, nel lungo periodo, i pannelli radianti a infrarossi possono risultare più convenienti a causa della loro elevata efficienza energetica.
  • Necessità di un’alimentazione elettrica: quelli alimentati a elettricità richiedono una presa di corrente per funzionare. Ciò può essere un problema in alcune situazioni, ad esempio se si vuole utilizzare il pannello radiante a infrarossi in un ambiente all’aperto o in un luogo dove non è presente una presa di corrente.
  • Non riscaldano l’aria: non riscaldano l’aria dell’ambiente, ma trasmettono il calore direttamente agli oggetti e alle persone presenti nell’ambiente. Ciò può essere uno svantaggio in alcune situazioni, ad esempio se si vuole riscaldare un ambiente rapidamente o se si vuole utilizzare il pannello radiante a infrarossi come sistema di riscaldamento principale.
  • Non sono adatti a tutti gli ambienti: funzionano meglio in ambienti chiusi e ben isolati. In ambienti troppo grandi o troppo umidi, il calore potrebbe non essere distribuito in modo omogeneo, rendendo il riscaldamento meno confortevole.
  • Durata limitata: hanno una durata limitata, poiché sono costituiti da elementi elettrici o da bruciatori a gas. Ciò significa che, nel lungo periodo, potrebbero essere necessari interventi di manutenzione o sostituzione degli elementi difettosi.

Quanto consumano i pannelli ad infrarossi

Il consumo di un pannello radiante a infrarossi dipende da diverse variabili, come la dimensione del pannello, il tipo di alimentazione e il tempo di utilizzo. In generale, però, questi pannelli sono considerati molto efficienti dal punto di vista energetico, poiché trasmettono il calore direttamente agli oggetti e alle persone presenti nell’ambiente, anziché riscaldare l’aria dell’ambiente.

Per un pannello di medie dimensioni il consumo Lordo stimato per ogni ora accensione è di 0,6kWh. Se ad esempio si accende per 8 ore al giorno il consumo in termini di energia elettrica sarebbe di circa 4,8 kWh da moltiplicare per il costo unitario dell’ energia, che attualmente, dato il caro prezzi, si aggira intorno ai 50 centesimi di euro. Quindi il costo in bolletta si aggirerebbe intorno ai 2,4 euro al giorno.

Di seguito vi mostro un video molto esaustivo con ulteriori dettagli sull’utilizzo, il consumo, i vantaggi e gli svantaggi dei pannelli radianti a infrarossi. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *