Menu Chiudi

Come capire se stiamo acquistando un’anguria gustosa e di qualità

riconoscere anguria di qualità

Con l’arrivo dell’estate ecco che anche il consumo di cocomeri inizia ad impennarsi.
L’anguria è una varietà di frutta davvero molto gustosa e molto ricca di vitamine e sali minerali. Il suo abbondante contenuto di acqua la rende un frutto ideale per dissetarci e rinfrescarci nei caldi giorni estivi e nelle serate afose, anche quando abbiamo ospiti a cena.

Possiamo servirla in forme e tagli differenti…
A spicchi, sotto forma di cubetti o magari come succo semplicemente frullando la polpa.
Indubbiamente il suo sapore metterà d’accordo tutti perché è sempre l’asso vincente, anche quando abbiamo amici a cena.

Quello che più appare un mistero da comprendere è un altro: Come sceglierla? Cosa guardare?
Sembrano domande scontate ma vi assicuriamo che molti di voi non sono a conoscenza.
Vi sono alcuni particolari segni sull’anguria che è opportuno osservare ed ora ve li diremo.

Come scegliere quella giusta guardando i segni sull’anguria 

Purtroppo l’anguria è un frutto che scegliamo sempre a “scatola chiusa” e non sempre riusciamo ad acquistare l’esemplare perfetto, dal giusto grado zuccherino e dalla maturazione perfetta.

Ecco perché oggi vogliamo svelarvi dei preziosi segreti che vi potranno essere di aiuto quando, al supermercato o al fruttivendolo, vi ritrovate difronte svariate angurie senza avere la più pallida idea di quale scegliere da portare a casa.
Per scegliere l’anguria perfetta non serve bussare sulla buccia, tanto non vi aprirà nessuno 🙂
Quello che dovrete fare è più semplice: basta guardare alcuni particolari segni sull’anguria ed ora vediamo quali sono.

Macchia gialla

Questo è uno dei segni più importanti da osservare ma molto spesso pochi ne sono a conoscenza!
Dovete sapere che sula buccia del cocomero spesso possiamo trovare una macchia che va dal giallo-bianco al giallo-marroncino. Si tratta di una macchia la quale si forma a causa del fatto che poggia sul terreno.
Osservare la sua colorazione è fondamentale.

Se il frutto è maturo la macchia sarà più scura (giallo-marrone) in quanto è stata più tempo a contatto con il terreno . in questo faremmo bene a prediligerla.
Se la macchia è molto chiara (giallo-bianco), vorrà dire che l’anguria è stata poco tempo a contatto con il terreno e dunque non ha avuto modo di ingiallire abbastanza; questo ci fa capire che a sua volta non è abbastanza matura da essere dolce abbastanza.

Segni marroni

Osservando questi segni possiamo capire se ci troviamo in presenza di un’anguria matura o acerba.
Questi leggeri solchi marroncini si presentano ruvidi al tatto e sono il segno lasciato da piccoli animaletti e/o lucertole che hanno cercato di mangiare l’ anguria (da loro ritenuta buona e matura al punto giusto).

Questi animaletti sono dei veri intenditori e riescono a capire se il cocomero sia maturo o meno, per tali ragioni, se troviamo queste striature ruvide, vuol dure che è buona da mangiare.

Forma dell’anguria

Per aiutarvi nella scelta all’anguria più dolce e gustosa potrete fare affidamento anche alla forma.
Dovete sapere che anche in agricoltura, e dunque in ambito ortofrutticolo, esistono esemplari maschi e femmine.

  • L’anguria maschile ha una forma più allungata e solitamente è meno dolce nel gusto.
  • L’anguria femminile ha una forma più tondeggiante e il sapore è più dolce.

Picciolo

Si chiama Picciolo quella piccola escrescenza che permette al cocomero di essere attaccata alla sua pianta. Se il cocomero presenta un picciolo verde, significa che il frutto è stato staccato dalla sua pianta madre troppo presto, dunque non sarà perfettamente maturo e gustoso.

Se il piccolo ha una colorazione più scura e tendente al marrone (quasi da sembrare secco) vuol dire che l’anguria è stata staccata dalla pianta con un giusto grado di maturazione. Prediligete quest’ultima.
Ora avete tutte informazioni necessarie per scegliere un cocomero perfetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *