Menu Chiudi

Se possiedi ancora la versione micro delle 50 lire hai in tasca una fortuna: quanto vale oggi

Le reminiscenze del passato risuonano ancora nei cassetti, nelle scatole segrete, o nei portafogli dei nostri nonni. La valuta con cui hanno scambiato ricordi, vita e speranze: le vecchie lire italiane. In particolare, esiste un raro pezzo che ha catalizzato l’interesse degli appassionati di numismatica: la versione “mini” della moneta da 50 lire. Oggi ci tuffiamo nel suo affascinante mondo, alla scoperta del potenziale valore di questa singolare edizione.

Un Primo Sguardo alla 50 Lire “Mini”, Conosciuta Come “Vulcano II”

50 lire mini e normali
50 lire mini e normali Foto tratta da ebay.it

Nel linguaggio comune, questa moneta rara è spesso chiamata “50 lire piccola” o “50 lire mini”. Tuttavia, il suo nome ufficiale è “Vulcano II”. Questa edizione è una rivisitazione della famosa 50 lire “Vulcano”, coniata nel 1954, che ha segnato una delle epoche più durature nella storia della lira italiana.
La “Vulcano II” è identica in ogni aspetto alla sua “sorella maggiore”, la 50 lire Vulcano. La stessa iconografia è presente su entrambi i lati: l’immagine del dio Vulcano da un lato e un viso femminile dall’altro. Entrambe sono realizzate in acmonital, una lega italiana di nichel e acciaio.

È interessante notare che la 50 lire “mini” ha avuto una vita molto breve. Fu coniata nel 1990, ma solamente cinque anni dopo, nel 1995, la Banca d’Italia decise di ritirarla dalla circolazione.
Abbiamo precedentemente esplorato le versioni rare della 50 lire Vulcano, come la versione di prova del 1953, che può raggiungere oltre 10.000 euro, o la rarissima versione “progetto incudine 1954”, che ha superato addirittura i 20.000 euro in un’asta. Ma quanto potrebbe valere la versione “mini” di questo celebre pezzo della lira italiana?

Il Valore della 50 Lire “Mini”: Non Solo una Moneta di Spiccioli

In linea di massima, il valore della 50 lire Vulcano II non è molto elevato: si parla di circa 10 euro per un esemplare in perfette condizioni, mentre un esemplare circolato potrebbe valere solo pochi euro. Tuttavia, esistono delle versioni di questa moneta che possono valere molto di più a causa di particolari caratteristiche.

Tra il 1990 e il 1991, alcuni esemplari “imperfetti” sono stati coniati. Queste monete presentano errori comuni come la mancanza del primo numero dell’anno di coniazione sul lato del dio Vulcano o un asse di conio non centrato sul lato del volto femminile. Basta confrontare una di queste monete con una 50 lire standard per notare subito la differenza. Questi esemplari errati, quando vengono periziati, possono raggiungere valori fino a cinquanta euro.

Tuttavia, esistono alcuni esemplari ancora più rari che presentano errori più significativi, come difetti di conio o parti mancanti. Questi pezzi particolarmente rari possono essere trovati in vendita su siti di e-commerce come Etsy o Ebay. Alcuni di questi esemplari possono raggiungere prezzi superiori ai 1000 euro, attirando l’attenzione di numerosi acquirenti desiderosi di aggiungere questi pezzi unici alla loro collezione.

Se dovessi trovare una di queste monete nel tuo vecchio portamonete, potresti avere tra le mani un tesoro inaspettato. Quindi, armati di pazienza e inizia la tua ricerca, potresti essere più fortunato di quanto pensi!

Condividi su 🠗

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *