Menu Chiudi

Bonus affitti: scade il 6 settembre il contributo per tutti gli inquilini

Tra i vari contributi economici presenti nella nuova Legge di Bilancio troviamo anche il bonus affitto. Si tratta di un contributo a fondo perduto che potrebbe far risparmiare agli inquilini fino a 1200 euro l’anno. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

Chiave di casa
Chiave di casa

Il governo anche per quest’anno eroga il bonus affitto, un contributo a fondo perduto. Viene in realtà erogato ai proprietari di immobili, i quali a loro volta mostrano la disponibilità a ridurre il canone di locazione agli inquilini. In pratica il proprietario di casa riceve il bonus se dimostra di voler ridurre l’affitto ai suoi inquilini, avendo la possibilità di risparmiare fino a 1200 euro l’anno.

Quindi il bonus affitto viene erogato dal governo ai proprietari di immobili disposti a ridurre il canone di locazione dei propri inquilini. Si tratta di uno dei famosi provvedimenti fiscali in atto per agevolare i contribuenti in difficoltà. Come sopra citato, la misura può far risparmiare agli inquilini fino a 1200 euro l’anno sul canone di affitto. Una misura non di poco conto, specie per coloro che hanno un reddito basso.

L’erogazione del bonus affitto avviene a favore del proprietario dell’immobile tramite credito di imposta. Ammonta fino al 50% della riduzione del canone su un tetto massimo di 1200 euro l’anno, per ogni singolo locatore.
Poniamo il caso che un proprietario di un immobile voglia ridurre di 200 euro mensili l’affitto ai propri inquilini, per una riduzione totale di 2400 euro annui. Tramite il bonus affitto può ricevere fino a 1200 euro dallo stato.

Bonus affitto: il modulo da inviare entro il 6 settembre per ottenere il contributo economico

Per ottenere il bonus affitto, il proprietario dell’immobile deve comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate la rinegoziazione del canone di affitto. E’ applicabile a tutti i contratti in essere a partire dal 29 ottobre 2020, aventi ad oggetto immobili abitativi situati nei comuni ad alta tensione abitativa e adibiti ad abitazione principale del conduttore.

Ai link di seguito il modello dell’istanza da compilare e inviare all’Agenzia delle Entrate, e le istruzioni di compilazione. Il modello va trasmesso esclusivamente in modalità telematica entro e non oltre il 6 settembre 2021. Questo è quanto basta per dimostrare la volontà di ridurre l’affitto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *