Menu Chiudi

Virologa Gismondo: altro che virus, c’è un altro motivo dietro le restrizioni

La nota virologa Maria Rita Gismondo è stata ospite nella trasmissione “Fuori dal coro” condotta dal giornalista Mario Giordano su Rete 4. La dottoressa ha rilasciato delle dichiarazioni che stanno facendo molto discutere, specie in ambito politico.

Maria Rita Gismondo a Fuori dal coro

La virologa Gismondo, ospite del programma televisivo “Fuori dal coro” diretto da Mario Giordano, si esprime sulle nuove restrizioni imposte dal governo per far fronte all’emergenza sanitaria.

Quando Giordano le chiede cosa ne pensa dell’ultimo decreto, che vieta addirittura ai non immunizzati di andare liberamente in un negozio per comprare beni che non sono di prima necessità, risponde:
Io penso che ci sia veramente una grande confusione. In questo momento non c’è nessun dato epidemiologico che giustifichi uno stato di emergenza e delle misure di restrizione. Ci sono invece allarmarti segni economici, psicologici, che fanno vedere un danno eccessivo da parte di queste restrizioni. Tutti i dati, e anche l’OMS stesso lo dice, ci stanno portando verso la fine della pandemia. Dobbiamo aprire non restringere” ha dichiarato.

La dottoressa considera quindi eccessive ed ingiustificate le misure adottate dal governo in quanto i dati reali non sono allarmanti, affermando che “non c’è alcun elemento scientifico che giustifichi nuove misure di restrizione“.
Ma allora qual è il motivo di tali restrizioni? Una virologa di fama nazionale ha affermato pubblicamente, in una delle principali emittenti televisive, che queste restrizioni, in base ai dati, sono ingiustificate!

Afferma davanti a milioni di telespettatori che i dati scientifici indicano che stiamo uscendo dalla pandemia, eppure il governo rema controcorrente, togliendo sempre più libertà a coloro che hanno deciso di non sottoporsi alle tre dosi. Cosa si nasconde dietro questo comportamento?
Secondo la Gismondo, più che a causa del virus, i politici “vogliono mantenere questo stato di oppressione e di ansia“. Il motivo? Resta ancora un mistero.

Questo ed altro nell’intervista alla virologa Maria Rita Gismondo nella trasmissione “Fuori dal coro”. Buona visione.

Condividi su :

1 commento

  1. Antonio Flaminio

    Non riesco a capire come si fanno queste affermazioni quando vi è un numero di morti giornalieri di oltre 300 persone. Allentando le restrizioni vi sarebbero oltre cinquecento morti al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *