Menu Chiudi

Viceministro della salute: “mi nascondono i verbali sul covid, non è normale”

sileri contro il comitato tecnico scientifico

Il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, che in un’intervista a ‘La Verità’ con riferimento ai verbali del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l’emergenza coronavirus dichiara quanto segue:

Io ho sempre un ritardo nel sapere cosa accade nel Comitato, nel capire di cosa si discute e come. E non è qualcosa che dovrei chiedere (da viceministro della salute).- E’ accaduto che io scoprissi da circolari emanate dal ministero in via amministrativa che si decideva anche su temi di cui mi sto occupando“.
Quando richiedevo i verbali del Comitato tecnico scientifico “Mi dicevano: Non sono secretati ma non puoi leggerli’. Un perfetto comma 22, mentre in Italia si moriva a centinaia e purtroppo abbiamo ancora tante perdite“.

Durante la trasmissione “Non è l’arena” su La7 condotta da Giletti Sileri, per fare un esempio sulla situazione anormale che sta vivendo al Ministero dell Salute ha raccontato un aneddoto a riguardo:
Sa come ho saputo io dei primi due pazienti cinesi ricoverati per covid allo spallanzani?” rivolgendosi a Giletti. “Dal telegiornale.

Sono tornato a casa e mia moglie accendendo il telegiornale mi ha chiesto: ci sono due cinesi infetti ricoverati a Roma? L’ ho saputo dal telegiornale (da viceministro della salute)”. Questa non è una cosa normale, ed è una cosa accaduta a fine gennaio. Ancora oggi il materiale sul covid non arriva sul tavolo del viceministro o del sottosegretario alla salute“.

“Sul mio tavolo le cose non arrivano, le devo inseguire e questa non è una cosa normale. Di seguito l’intervento sopra descritto del vice ministro della salute Sileri a Non è l’Arena.

Il senatore del Movimento 5 Stelle Nicola Morra commenta così la straga, grave e anormale questione  messa in evidenza da Sileri:
Il Viceministro della Salute Sileri rivela dei fatti molto gravi. Il Comitato tecnico-scientifico gli ha spesso tenuto nascosti i contenuti di documenti importanti. Il Segretario Generale che deve coordinare tutto, non era spessissimo presente alle riunioni del Comitato.

Sileri ha dovuto ingegnarsi, per avere informazioni che aveva ovviamente tutto il diritto di conoscere. Nonostante questo, il suo lavoro è stato continuo e meritorio in questa fase. Perché è stato ostacolato? È giusto fare chiarezza, come chiede Sileri, cui va la mia stima per la franchezza oltre che per la professionalità“.

Cosa c’è dietro tutto questo? Una semplice mancanza di comunicazione tra il comitato tecnico scientifico e il ministero della Salute o il comitato ha qualcosa da nascondere? Incompetenza o malafede?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *