Menu Chiudi

Varoufakis: “Accettando il Mes l’Italia si è condannata all’austerità permanente”

varoufakis mes

E’ stato raggiunto l’accordo all’eurogruppo per il piano di aiuti per la pandemia di covid-19 in Europa. Tale accordo prevede l’utilizzo del MES senza condizioni e solo ed esclusivamente per le spese sanitarie legate alla crisi covid-19. In pratica si prevede l’utilizzo del fondo salva stati senza alcuna condizione di austerità, ma a condizione che queste risorse siano destinate in modo diretto o indiretto alla sanità per far fronte all’emergenza.

Mentre per far fronte ai problemi economici che ne derivano saranno a disposizione altri fondi:  La Bei per le imprese, 100 miliardi che attraverso il nuovo programma Sure contribuiranno a finanziare la cassa integrazione e la proposta italo-francese di un grande Fondo per la Ripresa alimentato dall’emissione di debito comune europeo.

Ma per Yanis Varoufakis, ex ministro della Grecia ai tempi del primo governo Tsipras protagonista durante la trattativa per il rinnovo del famigerato memorandum, l’Italia si è condannata alla depressione permanente accettando queste misure. Così commenta su twitter:
“E eccoci qui: Italia e gli altri piegati. Hanno accettato i prestiti del Mes che porteranno a austerità stringente il prossimo anno, pietosi prestiti per le imprese della Bei, uno pseudo schema federale di assicurazione sulla disoccupazione, più qualche pillola di filantropia.  In cambio si sono impegnati a depressione permanente”.


Molto critico anche Matteo Salvini che su facebook ha commentato così l’accordo raggiunto dall’eurogruppo:
Ci mettiamo nelle mani di un sistema di strozzinaggio legalizzato. Oltretutto, senza nessun passaggio in Parlamento, come più volte richiesto dalla Lega. Siamo fuori dalla legge, siamo alla dittatura nel nome del virus. Presenteremo mozione di sfiducia al ministro Gualtieri- Il Mes “light” (come la mozzarella light) è una truffa ai danni dei nostri figli.“.

Sulla stessa linea è Varoufakis che considera i prestiti del MES senza condizionalità una bufala. Così spiega in un altro tweet:
I prestiti del MES senza condizionalità sono una bufala elaborata e ispirata dalla Merkel: certo, prendi miliardi di nuovi prestiti senza condizioni. Ma poi, l’anno prossimo, Bruxelles ‘noterà’ che il tuo debito/PIL è salito alle stelle e richiederà, ex post, un’austerità gigantesca e catastrofica“.

 

Ma a quanto riferito da La Stampa, il problema che si pongono il leader leghista e Varoufakis non sussiste in quanto l’Italia non ha ancora firmato nulla a riguardo e il premier Giuseppe conte ha fatto sapere: «L’importante adesso sarà spiegare bene che noi non lo attiveremo (il MES)».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *