Menu Chiudi

USA: parrucchiera con sintomi positiva al covid va al lavoro. Isolate 100 persone

parrucchiera positiva coronavirus usa
(foto dal web)

Ha lavorato per giorni con i sintomi che facevano presagire ad una infezione da coronavirus, per poi fare il tampone e scoprire di essere positiva. E’ successo a Springfield, nello stato del  Missouri, in Usa. La donna, una parrucchiera che lavora per una catena di parrucchieri, nel mese di maggio ha lavorato per ben otto giorni nascondendo tutti i sintomi del nuovo coronavirus mettendo a rischio una novantina di clienti oltre a tutti i suoi colleghi di lavoro.

Il salone, dopo il lockdown imposto dal governo statunitense, aveva riaperto la scorsa settimana. La donna ha lavorato dal 12 maggio fino a mercoledì scorso. Il giorno seguente, dato l’aggravarsi delle sue condizioni si è recata in ospedale, dove a seguito del tampone è risultata positiva al covid-19. Da quel momento è scattato l’allarme. Tutti i colleghi, compresi i clienti sono stati messi in quarantena.

Sono stati inoltre effettuati i tamponi sui colleghi e si attendono i risultati. Tra questi uno è già risultato positivo. Quest’ultimo ha lavorato a sua volta nel locale con altri clienti. Il locale ha adottato tutte le misure anticontagio fondamentali per evitare la trasmissione del virus come il distanziamento sociale, le mascherine e le visiere obbligatorie.

L’individuo e i suoi clienti indossavano una copertura per il viso. I clienti potenzialmente esposti saranno avvisati dal Dipartimento della Salute e saranno offerti test, così come ai sette colleghi“, ha spiegato il Dipartimento della Salute della Contea di Springfield-Greene in una nota, aggiungendo: “La speranza del dipartimento è che, poiché erano in uso le protezioni per il viso, non si riscontrino ulteriori casi“.

Nel frattempo i funzionari sanitari stanno tracciando tutti i movimenti e i luoghi visitati dalla donna al di fuori del luogo di lavoro: centri commerciali, negozi, farmacie etc, al fine di individuare dipendenti e clienti che recentemente sono andati in quei luoghi di prestare attenzione ai sintomi del nuovo coronavirus.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *