Menu Chiudi

Trump: “L’Italia starebbe meglio fuori dall’UE, con me farebbe grande accordo commerciale”

L’Italia “sarebbe molto meglio” al di fuori dell’UE. Lo ha detto Trump, citando anche la Penisola nella conversazione che ha avuto con Nigel Farage durante il programma radiofonico condotto dal leader del partito britannico Brexit su Lbc.

Trump Italia starebbe meglio fuori da UE

L’Italia starebbe molto meglio fuori dell’Unione europea: parola di Donald Trump, che in una intervista rilasciata al programma della emittente radiofonica britannica Lbc parlando di Brexit torna a rispolverare l’ipotesi di una Italexit.
Nel corso della conversazione col suo amico Nigel Farage, leader degli euroscettici d’Oltre Manica, il presidente americano per la prima volta in assoluto ipotizza l’uscita del nostro Paese non solo dall’euro ma dall’Unione europea di cui e’ uno degli stati fondatori.

“Siete bloccati dalla Ue – afferma il tycoon – come lo sono altri Paesi. Anche l’Italia e altri Paesi – aggiunge il presidente americano – starebbero molto meglio senza l’Unione europea. Ma se questi Paesi vogliono rimanere nella Ue, va bene”. “Ma sappiate – conclude il suo ragionamento il tycoon – che in Europa governano persone con le quali è molto difficile negoziare, mentre con me sarebbe tutto più facile: faremmo subito un grande accordo commerciale”.

Uno sganciamento da Bruxelles che non dovrebbe essere valutato solo dall’Italia ma anche da altri Paesi, aggiunge il presidente americano, “poichè anche loro starebbero molto meglio senza i vincoli dell’Unione.
Ora, al di là del pensiero e le conseguenti valutazioni del presidente Trump, va evidenziato che questa tesi, ovvero quella di abbandonare l’Ue per un avvicinamento politico-monetario agli Usa, è portata avanti dal 22 giugno del 2014 dal Movimento Politico Italia alla guida del suo presidente Aldo Cisi.

Finora una voce nel deserto, certo, ma  che adesso potrebbe avere maggiore peso, maggiore forza di divulgazione in grado di fare breccia nei media più importanti o diventare addirittura virale attraverso la rete. E questo potrebbe accadere proprio a breve visto che a battere il primo colpo a livello internazionale è stato l’inquilino della Casa Bianca.

Insomma, le parole di Trump potrebbero suonare come una profezia incoraggiando quella politica nazionale che ha sempre stigmatizzato le gravi lacune che stanno alla  base della costruzione dell’Unione. Lacune che ne hanno determinato la fragilità politica ed economica. Del resto abbiamo purtroppo quotidiana  testimonianza del cinismo, dell’irresponsabilità e del profondo distacco dal senso comune delle classi dirigenti a capo delle istituzioni europee.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *