Menu Chiudi

Trump accusa i social network: basta censura, tutti devono essere liberi di scegliere

Trump contro censura social network

Avete avuto problemi con un social network come Facebook, Twitter, Instagram o Youtube? Siete stati bannati ingiustamente a seguito di una vostra affermazione? Sappiate che il Presidente Usa Donald Trump potrebbe essere dalla vostra parte.
La Casa Bianca ha lanciato uno strumento per denunciare la censura su Facebook. Youtube, Instagram e Twitter.

Da oggi chiunque abbia subito una “ingiustificata” censura o ban da parte di Facebook, Instagram, Twitter e Youtube, può denunciarlo in un sito lanciato dalla Casa Bianca cliccando qui . La pagina sul sito ufficiale della Casa Bianca, che al momento è bloccata per sovraccarico, recita quanto segue:

<<Questo modulo non accetta nuove richieste (per sovraccarico). Le PIATTAFORME SOCIAL dovrebbero far avanzare la LIBERTA’ DI PARLARE.
Eppure troppi americani hanno visto i loro conti sospesi, vietati o segnalati in modo fraudolento per “violazioni” poco chiare delle politiche degli utenti.
Il 15 maggio, il presidente Trump ha chiesto agli americani di condividere le loro storie di sospetti pregiudizi politici. La Casa Bianca ha ricevuto migliaia di richieste – grazie per aver dato la tua voce!>>.

Questo strumento è stato lanciato per quelle persone che ritengono essere state bannate ingiustamente e che vogliono denunciare il fatto, ed è stato letteralmente preso d’assalto. Ciò denota la larga censura applicata dai social network specie negli Stati Uniti.
In molti hanno apprezzato la scelta del presidente degli USA di combattere  la linea intrapresa dai social network di Censurare la libera scelta del Popolo e di scegliere e decidere cosa sia giusto o meno, cosa si può scrivere e cosa no.

La questione però è iniziata molto prima, quando alcuni senatori alcuni senatori repubblicani hanno subito una ingiustificata censura dei loro profili e pagine sui social. Per questo si è mosso anche il presidente Trump che il mese scorso ha incontrato il fondatore e CEO di Twitter, Jack Dorsey lamentandosi del fatto che sta inspiegabilmente perdendo followers.

Non è la prima volta che Trump si lamenta di come i social gestiscono le informazioni e per questo è stato creato lo strumento di segnalazione sopra citato, che può essere utilizzato (quando riprenderà il suo funzionamento) anche dall’Italia in quanto tutte le piattaforme sopra citate sono gestite negli USA e quindi la Casa Bianca farà da intermediario tra chi segnala e i “piani alti” del social network in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *