Menu Chiudi

Speranza avverte: “In Italia numero contagi meglio di tutti in Europa, ma…”

In Italia il numero dei contagi continua a crescere rapidamente. In poco più di una settimana siamo arrivati ad oltre 8mila contagiati al giorno, ma è anche vero che insieme ai contagiati è aumentato esponenzialmente anche il numero dei tamponi effettuati (intorno a 150mila al giorno).

Resta il fatto che la percentuale dei contagiati rispetto ai tamponi effettuati è comunque di gran lunga inferiore ai mesi di picco della pandemia (marzo – aprile), ma la situazione non va assolutamente sottovalutata, e va tenuta sotto controllo in tutti i modi possibili.
Il ministro della Salute Roberto Speranza, durante la visita presso il sito produttivo di Jannsen a Latina, la divisione farmaceutica di Johnson&Johnson, in un intervento ha commentato il quadro epidemiologico per quanto riguarda la curva epidemica dei contagi nel nostro paese.

Roberto speranza contagi altri paesi europei

Il ministro, nonostante una curva in costante salita, sottolinea che, nonostante ciò, l’Italia è la nazione che se la sta cavando meglio in tutta Europa, è il paese con meno contagiati in rapporto alla superficie, cosa che non si poteva di certo dire nel mese di febbraio, quando eravamo considerati gli “appestati” d’Europa, quando eravamo praticamente l’unico paese contagiato dopo la Cina, e tutti ci guardavano con attenzione e con il timore che il virus potesse uscire fuori dai nostri confini.

Ma avverte gli italiani che non possiamo considerarci affatto fuori pericolo, e la situazione va presa seriamente come mesi fa. Ci troviamo dentro una dinamica di crescita che va assolutamente fermata. queste le sue parole riportate da Ansa.it:
L’Italia ha numeri molto diversi rispetto a quelli di altri Paesi europei” ma “non può pensare di essere fuori da questa dinamica di crescita dei contagi del tutto ormai evidente e innegabile“.

Poi commenta i dati degli altri paesi europei:
Ieri la Gran Bretagna è stata intorno ai 20.000 casi di coronavirus, la Francia ha superato i 25.000, l’Olanda paese con un terzo dei nostri abitanti ha 7.400 casi, anche in Germania ci sono numeri che non abbiamo visto neanche a marzo. Il virus in Europa si sta diffondendo in modo molto veloce“. Tuttavia, ha proseguito, “in questo contesto abbiamo un piccolo vantaggio sugli altri paesi: i nostri numeri sono ancora inferiori e questo ci può consentire di mettere in campo azioni che ci consentano di non disperdere il vantaggio“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *