Menu Chiudi

Soldati italiani sotto il tiro dei mortai. Via da base USA a Baghdad

soldati italiani evacuati da base USA in Iraq

La base americana a Baghdad si trova da due giorni sotto il tiro dei mortai, le ostilità sono iniziate a seguito dell’ uccisione da parte di un drone americano del generale Soleimani.

Per questo, come riportato da La Stampa, lo Stato maggiore della Difesa in accordo con i vertici della Nato hanno deciso di evacuare nella scorsa notte i militari italiani dal Compound “Union 3” della base americana a Baghdad. Si tratta di una cinquantina di carabinieri impegnati nella “Nato Mission Iraq”, che prevede le operazioni di addestramento delle forze di sicurezza irachene.
I carabinieri non hanno lasciato l’Iraq ma sono stati trasferiti in una zona più sicura e non molto lontana dalla base.

Anche la Germania è impegnata in Iraq nelle operazioni di addestramento delle forze di sicurezza irachene con circa 120 soldati schierati nelle basi di Taji e Baghdad. A causa delle escalation causate dalla uccisione di Soleimani questi sono in pericolo, e intende trasferirli temporaneamente Giordania e nel Kuwait per motivi di sicurezza.
Il ministro delle Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer e il ministro degli Esteri Heiko Maas hanno scritto ai deputati che i militari presenti nelle basi irachene di Baghdad e Taji saranno ”temporaneamente ritirati”. I due ministri hanno inoltre precisato che la missione di addestramento delle truppe irachene continua, questo è solo un ritiro temporaneo, e che ci saranno colloqui col governo di Baghdad in merito a tale questione. Lo ha riportato l’agenzia di stampa tedesca Dpa.

Nel frattempo, dopo il corteo funebre di ieri a Teheran, dove erano presenti centinaia di migliaia di persone, un’altra enorme folla si è radunata questa mattina a Kerman, la città natale del generale iraniano Soleimani, per la cerimonia di sepoltura della salma. Il New York Times ha rivelato che la guida suprema Ali Khamenei vuole che qualsiasi rappresaglia per l’uccisione del generale sia un attacco diretto e proporzionato contro interessi americani, eseguito apertamente dalle forze iraniane.

Jedanews.com è anche presente su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI→ TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *