Menu Chiudi

Sgarbi rivela: “il governo tedesco definisce il virus come falso allarme globale”

sgarbi coronavirus falso allarme globale

Vittorio Sgarbi, intervenendo al convegno “Covid-19 in Italia, tra informazione scienza e diritti” ha pubblicamente dichiarato:
Questa riunione ha un obiettivo molto serio, voglio che le persone convocate siano qui per essere ascoltate dal governo e dal comitato tecnico scientifico tramite una audizione parlamentare.

Vorrei dare voce istituzionale a Silvestri, Zangrillo, Gismondo, Tarro, Clementi ai tanti (medici e virologi) che hanno detto cose che non sono state ascoltate. 
Ci sono diverse verità, quella che io ho sentito come verità e quella che a me è sembrata un’altra non meno importante verità, la quale afferma che nei nostri ospedali non c’è più il covid. Inoltre nelle terapie intensive ad oggi non abbiamo più di quaranta unità, i morti per regione si contano sulle dita di una mano.

Non c’è alcuna emergenza o epidemia. Almeno oggi. Inoltre esiste un rapporto ufficiale del Governo tedesco che definisce il Covid 19 come falso allarme globale.
Zangrillo ha dichiarato ‘ non faccio parte del comitato tecnico scientifico, ma mi aspetto che il comitato tecnico scientifico dica la verità agli italiani, uscite tranquillamente, riprendete a vivere, andate al ristorante, in barca, in vacanza, in banca, se entrate in un locale chiuso mettete la mascherina.

Continuate a vivere più di prima altrimenti la società non riparte e conte tra due anni dovrà chiedere 800 miliardi all’Europa’.
Ora mi chiedo, Zangrillo è un matto o è stato un uomo che è stato in terapia intensiva e ha visto il virus più da vicino? Da due mesi qui non c’è più un morto per coronavirus e i contagiati sono asintomatici e non malati“.

Di seguito mostriamo l’intervento integrale di Vittorio Sgarbi al convegno “Covid-19 in Italia, tra informazione scienza e diritti”. L’estratto sopra citato parte dal minuto 13.40. Buona visione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *