Menu Chiudi

Svizzera e Danimarca sequestrano beni a Richiedenti Asilo:”Se vuoi che ti accogliamo,rinuncia a ciò che possiedi”.

Richiedenti Asilo

“Se vuoi che ti accolgo, rinuncia ai tuoi averi”. Ecco la trovata della Danimarca e della Svizzera per i richiedenti asilo. ECCO IN CHE COSA CONSISTE! Leggi

Sicuramente questa iniziativa è destinata a far parlare e susciterà non poche polemiche. Talmente tante polemiche che in Italia neppure è stata riportata….
Ma d’altra parte in questo paese siamo già abituati alla disinformazione generale, alle notizie nascoste e alle pillole indorate. E ovviamente i Tg ne sono complici!

[banner]Fatto sta che questo è quanto è stato deciso da Svizzera e Danimarca.
Abbiamo appreso di questa notizia dal sito IL NORD.IT ma è stata riporta anche da ILGIORNALE.IT e abbiamo ritenuto giusto riportarla per farvi sapere ciò che in tv nessuno comunica!
Inizialmente è stata la Danimarca a dare il via a questa iniziativa. Infatti ha deciso di sequestrare il beni dei richiedenti asilo al fine di utilizzarli per coprire le loro spese di soggiorno nel paese. Se prima è stata criticata e ritenuta fuori luogo, adesso molti paesi europei stanno prendendo il suo esempio, a cominciare dalla Svizzera.

L’emittente Svizzera Srf ha anche mostrato un documento informativo il quale viene consegnato a tutti i  richiedenti asilo. In questo documento si legge:
“Se sei in possesso di proprietà che superano i 1000 franchi svizzeri, quando arrivi in un centro di accoglienza è necessario che tu rinunci a quei beni in cambio di una ricevuta”.
In poche parole, coloro che hanno la possibilità di farlo, sono chiamati a contribuire al proprio mantenimento sociale, economico e burocratico all’interno del paese ospitante.

«La richiesta del contributo è stata prevista dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM), l’organismo governativo che si occupa di gestire i flussi migratori in Svizzera.»

A noi non sembra una richiesta assurda tanto meno qualcosa di fuori luogo.
E’ semplicemente uno dei tanti modi per ovviare a vari problemi.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Tanto per parlare di uno stato, ad esempio……..L’ITALIA: grazie anche all’incapacità amministrativa di alcuni politici che invece di risposte concrete, dormono profondamente, stiamo mandando tutto allo sfascio per accogliere milioni e milioni di profughi richiedenti asilo.
Si è nostro dovere ma, se un migrante ne ha le possibilità, allora perchè non dovrebbe provvedere alle spese che lo riguardano?
Non è uno scandalo, è semplicemente un punto di accordo per collaborare al bene comune: Io do a te tutele e protezione, tu mi aiuti a garantirti sostegno!
Il ragionamento non fa una piega. Più equo di così non si può.

Voi invece cosa ne pensate?
Se vuoi leggere l’articolo puoi cliccare su uno di questi due link: ILGIORNALE.IT e ILNORD.IT.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *